Agnoli, Francesco e Perosa, Alessandro - Contro Darwin e i suoi seguaci

Fede & Cultura
Vai a "Scaffali"

Questo agile libretto si propone di spiegare in modo semplice e sintetico il pensiero di Charles Darwin, e dei suoi seguaci. Lo scopo principale è diradare le nebbie del mito che circondano il darwinismo, per capire veramente cosa esso sia, quali siano i suoi fondamenti e i suoi intendimenti.
Per fare questo si fa ricorso alle fonti, cioè ai testi originali di Darwin e dei suoi seguaci, spesso epurati e addomesticati dalla vulgata più comune.
E’ vero che Darwin ragionava da scienziato, oppure le sue idee sull’evoluzione gli provenivano da visioni filosofiche precedenti al suo famoso viaggio alle Galapagos?
Darwin era ateo o credente?
Che rapporti c’erano tra Darwin e Marx?
E perché Darwin è diventato così famoso, e Wallace, che diceva le stesse cose, negli stessi anni, ma traendo conclusioni teologiche ben diverse, è sconosciuto ai più?
Ancora: è una mentalità scientifica quella di credere che tutto sia materia, che la vita derivi dal caso, che il cranio dell’uomo cresca di dimensione a seconda di quanto viene “utilizzato”? Infine: quali sono le conseguenze del darwinismo nei nuovi campi della manipolazione genetica e della fecondazione artificiale?
Ci sono legami tra alcune convinzioni nazionalsocialiste e Darwin?

Zapatero e Umberto Veronesi, oggi, sono discepoli fedeli del pensiero darwinista?