Abbiamo detto... Gli Editoriali

Abbiamo agito in tempo, (forse) lasciati soli

«Ciò che mi colpisce, quando considero il mondo cattolico, è che all’interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero di tipo non cattolico, e può avvenire che questo pensiero non cattolico all’interno del cattolicesimo diventi domani il più forte. Ma esso non rappresenterà mai il pensiero della Chiesa. Bisogna che sussista un piccolo gregge, per quanto piccolo esso sia»

Ho letto con attenzione la «Lettera al popolo di Dio» di Papa Francesco, e mi ha colpito questa considerazione: «Con vergogna e pentimento, come comunità ecclesiale, ammettiamo che non abbiamo saputo stare dove dovevamo stare, che non abbiamo agito in tem...

Ultime news

Genova: il ponte di Icaro

Un contributo "fuori dal coro" alla riflessione sul dramma di Genova

Sulla tragedia di Genova ci sono stati raccontati tutti i particolari, e ora sappiamo anche cosa sono gli stralli, ma si è sorvolato sulla domanda di fondo: quale è la causa prima del crollo? Ed è strano per tanti giornalisti che ci hanno sempre detto ch...

Ultime news

La Coscienza di una certezza Eterna

La Vigilia dell’Assunta con san Massimiliano Maria Kolbe

Sono passati 103 anni da quando, nel 1915, san Massimiliano Maria Kolbe (Polonia 1894 – 1941) trascorse tre settimane, come studente di Teologia, nel Convento francescano posto nel cuore della Repubblica di San Marino. In questo stesso Convento, in cui ci...

Ultime news

Ha ragione il ministro Fontana: l'aborto non è la soluzione

Il ministro per la famiglia Fontana in un’intervista a La Verità del 30 luglio scorso ha affermato: "C'è da dire che in molti casi è per una preoccupazione economica che alcune donne decidono di non avere figli. Mi piacerebbe che lo Stato fosse più vicino a queste donne per far capire loro che, nel dubbio, un figlio è meglio farlo".

Il ministro per la famiglia Fontana in un’intervista a La Verità del 30 luglio scorso ha affermato: "C'è da dire che in molti casi è per una preoccupazione economica che alcune donne decidono di non avere figli. Mi piacerebbe che lo Stato fosse più vicino...

Ultime news

Se al teologo chiedi ragioni...

... il bastone della misericordia chiede aiuto al magistrato. Alla faccia dei ponti da costruire!

Sono per il quieto vivere. Ne ho già avuto abbastanza delle accuse gratuite di Beppino Englaro e delle sue denunce, finite nel nulla di fatto, per non accogliere l’invito di Lintner di togliere l’articolo che parla delle sue posizioni dal sito di CulturaC...

Cristiani perseguitati. Memoria e preghiera

2019 09 19 NIGER - Rapito un sacerdote italiano

NIGERIA - Ucciso un sacerdote nel sud della Nigeria NICARAGUA - Sacerdote aggredito da tre persone incappucciate, il clima è sempre teso NIGER - Rapito un sacerdote italiano della Società delle Missioni Africane “Nella notte tra lunedì 17 e martedì 18 settembre, è stato rapito da presunti jihadisti attivi nella zona, padre Pierluigi Maccalli, della Società delle Missioni Africane (SMA).” A dare la notizia a Fides è padre Mauro Armanino, missionario a Niamey. “Da qualche mese la zona si trova in stato di urgenza a causa di questa presenza di terroristi provenienti dal Mali e dal Burkina Faso” aggiunge p. Armanino. Padre Maccalli, originario della diocesi di Crema, già missionario in Costa d’Avorio per vari anni, si trova nella parrocchia di Bomoanga, diocesi di Niamey. Da tempo mette insieme evangelizzazione e promozione umana: scuole, dispensari e formazioni per i giovani contadini. Attento alle problematiche legate alle culture locali, aveva organizzato incontri per affrontare temi e contrastare pratiche legate alle culture tradizionali, tra le quali anche la circoncisione e l’escissione delle ragazze, attirandosi anche una certa ostilità. Potrebbe essere questo - notano fonti locali - uno dei moventi per il rapimento, avvenuto una settimana dopo il suo rientro da un periodo di riposo in Italia. La Missione cattolica dei Padri della SMA si trova in zona Gourmancé (Sud-Ovest) alla frontiera con il Burkina Faso e a circa 125 km dalla capitale Niamey. Il popolo Gourmancé è interamente dedito all’agricoltura e stimato in questa regione attorno a 30 mila abitanti. La Missione è presente dagli anni ‘90, e i villaggi visitati dai missionari sono più di 20, di cui 12 con piccole comunità cristiane, distanti dalla missione anche oltre 60 km. La Chiesa cattolica in Niger sostiene fortemente che attraverso le opere sociali cresca il regno di Dio ed è per questo che la Missione di Bomoanga ha un programma di impegno di Promozione Umana e di Sviluppo attraverso le sue “cellule di base” chiamate CSD (Comité de Solidarité et Developpement). La povertà è strutturale, i problemi di salute e igiene sono enormi, l’analfabetismo diffuso e la carenza di acqua e di strutture scolastiche ingenti. La mancanza di strade e di altre vie di comunicazione, anche telefoniche rendono la zona isolata e dimenticata. (MA/AP) (18/9/2018 Agenzia Fides) NIGER - Il missionario italiano rapito “è probabilmente in Burkina Faso, dove hanno le basi i jihadisti” Genova (Agenzia Fides) - La Società delle Missioni Africane (SMA), confermando all’Agenzia Fides il rapimento di padre Pierluigi Maccalli in Niger, aggiunge alcuni particolari alle prime notizie diffuse questa mattina. Secondo quanto riferiscono a Fides i missionari nella Curia generalizia SMA di Genova, un gruppo di uomini armati si è introdotto nel villaggio alle 21,30 ore locali (23,30 ora italiana) di ieri, ha rapito il sacerdote, rubando il suo computer e il suo telefono. È stato possibile ricostruire i fatti grazie alla testimonianza di un confratello indiano, che vive insieme a padre Pierluigi ma che è riuscito a mettersi in salvo. Padre Maccalli, originario della diocesi di Crema, già missionario in Costa d’Avorio per vari anni, operava nella parrocchia di Bomoanga, diocesi di Niamey. La sua missione si trova alla frontiera con il Burkina Faso e a circa 125 km dalla capitale Niamey. “Negli ultimi mesi – spiegano a Fides i confratelli – le forze dell’ordine avevano messo in guardia i religiosi. La polizia e le forze dell’ordine avevano infatti registrato movimenti sospetti di miliziani jihadisti proprio al confine con il Burkina Faso”. Per tutelare la propria sicurezza, i missionari avevano così limitato gli spostamenti e non uscivano più dalla missione nel corso della notte. “Dopo il rapimento – riferiscono dalla Curia della SMA – padre Maccalli è stato probabilmente portato al di là della frontiera. Nella confinante regione del Burkina Faso c’è, infatti, una vasta foresta in cui hanno le proprie basi i miliziani jihadisti. Attualmente la diocesi di Niamey ha inviato un gruppo di sacerdoti nel villaggio di padre Maccalli per verificare i fatti e per prendere contatti con la comunità locale. Un altro religioso italiano di una parrocchia vicina è stato fatto allontanare e ora è al sicuro a Niamey”. (EC) (Agenzia Fides 18/9/2018) NIGERIA - Ucciso un sacerdote nel sud della Nigeria Ucciso un sacerdote in Nigeria: “P. Jude Egbom è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da uomini armati la sera di lunedì 10 settembre 2018” “Si è trattato di un tentativo di rapina finito male” dice all’Agenzia Fides p. Patrick Tor Alumuku, Direttore dell’Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi di Abuja, riferendo le circostanze della morte di p. Jude Egbom, ucciso a colpi d’arma da fuoco la sera del 10 settembre a Umuwala, nello Stato di Imo nel sud della Nigeria. “P. Egbom si trovava da un barbiere quando alcuni banditi sono entrati per una rapina. Non si sa bene cosa sia successo, ma ad un certo punto i malviventi hanno esploso alcuni colpi d’arma da fuoco, uccidendo il sacerdote e ferendo gravemente un seminarista che si trovava con lui” spiega p. Patrick. “Quello che colpisce è la totale mancanza di rispetto per la vita umana” sottolinea il sacerdote. A poche ore dall’uccisione del sacerdote cattolico, un altro grave episodio di violenza è accaduto nello Stato di Imo. Alcuni malviventi hanno sparato, uccidendolo, a un sergente dell’esercito di guardia ad un posto di blocco nei pressi della Assumpta Catholic Church, la Cattedrale cattolica di Owerri, capitale dello Stato di Imo. (L.M.) (Agenzia Fides 13/9/2018) Da molti anni ormai in Nigeria si muore spesso in queste circostanze. Padre Jude Egbom è il quarto sacerdote ad essere ucciso quest’anno nel paese e nel 2018 sono già stati uccisi 26 sacerdoti nel mondo. Nella Nigeria meridionale, inoltre, sono anche aumentati i rapimenti a scopo estorsivo di preti e religiosi, in genere lungo le arterie che collegano una città all’altra. “Queste persone stanno lavorando per Dio e per l’umanità”, ha dichiarato a Fides Mons. Ezeokafo, Vescovo di Awka, nel sud Nigeria . “Non vengono pagate. Si affidano esclusivamente all’assistenza, alla buona volontà e ai gesti gentili delle persone per la loro sopravvivenza. Perché perseguitare coloro che stanno lavorando per la tua salvezza? Non riesco a capirlo”. NICARAGUA - Sacerdote aggredito e derubato da tre persone incappucciate, il clima è sempre teso Un sacerdote nicaraguense è stato aggredito sabato 15 settembre da un gruppo di tre uomini incappucciati che sono entrati nella sua abitazione prima che celebrasse la prima Messa del mattino: lo ha riferito il portavoce della diocesi di León, nel nord-ovest del Nicaragua, in una nota pervenuta a Fides. Si tratta di don Abelardo Toval, parroco della parrocchia di Sutiava. I tre lo hanno malmenato e poi lo hanno legato e derubato. Il sacerdote risiede nella comunità indigena di Sutiava, nella città di León, 97 chilometri a nord-ovest di Managua, la capitale. La notizia dell’agressione è stata diffusa dal portavoce della diocesi, padre Víctor Morales. Padre Morales non ha comunque collegato l’aggressione al sacerdote con la serie dei recenti attacchi che poliziotti e gruppi di uomini armati associati al governo hanno perpetrato contro altri sacerdoti e Vescovi del Nicaragua, nell’attuale crisi sociopolitica che il paese attraversa (vedi Fides 10/07/2018). In molte occasioni infatti il clero nicaraguense viene considerato un gruppo dell’opposizione contro il presidente Daniel Ortega, che accusa l’Episcopato di collaborare per un presunto “colpo di stato” (vedi Fides 21/07/2018). Diversi membri del clero e dell’Episcopato hanno subito aggressioni fisiche e verbali, oltre a minacce di morte, alcune chiese cattoliche sono state profanate (vedi Fides 10/09/2018). Dallo scorso aprile, la crisi in Nicaragua ha superato largamente i 400 morti nelle manifestazioni di protesta, secondo le agenzie umanitarie locali e internazionali, mentre Ortega continua a negare ogni accusa. La popolazione nel frattempo continua a manifestare e a chiedere le dimissioni del presidente, da 11 anni al potere, e le elezioni anticipate. Come riferiscono fonti di Fides, l’atteggiamento del governo è cambiato: mentre prima ignorava completamente le manifestazioni della popolazione, adesso compie atti di intimidazione passando casa per casa, cercando coloro che hanno manifestato contro il governo e fermandoli come prigionieri politici, anche se non hanno commesso alcun reato. Si tratta di studenti, professionisti, operai e perfino contadini che vengono considerati leader nei quartieri, nelle università o nei luoghi di lavoro. (CE) (Agenzia Fides, 17/09/2018)
Ultime news

Mandiamo in pensione il mito della Rivoluzione francese!

21 gennaio 1793, la verità in ricordo di Luigi XVI, re cattolico. 220 anni dopo!

“Venerabili Fratelli. Come mai le lacrime e i gemiti non soffocano le Nostre parole? Non Ci conviene piuttosto esprimere con i gemiti anziché con le parole quell’immenso dolore dell’animo che Vi dobbiamo manifestare, mentre Vi esponiamo quanto è successo ...

Abbiamo detto... Gli Editoriali

Sinodo dei giovani. Un contributo

Abbiamo ricevuto questo documento fatto da giovani di varie nazionalità a proposito dell’imminente Sinodo dei Giovani. Lo vogliamo diffondere perché la questione giovanile ci interessa, grati a coloro che lo hanno redatto e che ce lo hanno fatto avere.

L’attenzione ai giovani non è solo una necessità «fisiologica» per chi voglia permanere nella storia, ma indica una dimensione educativa costitutiva di una autentica proposta che abbia un minimo di dignità. Per questo la Chiesa ha sempre rivolto, in part...

Scaffali

Falcon, Giovanna – Ti regalo la mia molla. La vita di Andrea Mandelli

Itaca 2018, € 13,00 “La cosa più bella è che ho tanti amici, ma la cosa ancora più bella è che questi diciannove anni è valsa la pena di viverli per l’istante in cui L’ho incontrato. Ho impiegato tanto, diciannove anni, ma sono stati utili per quel solo istante. Ne ho sentito sempre parlare, ma la volta dell’incontro personale è una. E una volta accaduto questo momento non lo dimentichi più. E le cose difficili diventano facili

“Il frutto non cade lontano dall’albero, si dice. Per capire la vita di qualcuno è necessario partire dalle sue radici, dal ceppo dal quale si è sviluppato. Finché è un germoglio piccolo e fragile, finché non si è rafforzato e non ha proteso i suoi rami v...

Chesterton: il pensiero

Il pensiero di Chesterton - L'uomo cristiano 6 - La chiave

"Un bastone può turare un buco o una pietra una fossa, per combinazione; ma una chiave ed una toppa sono più complicate, e se una chiave gira nella toppa vuol dire che è la chiave giusta".

L'uomo eterno, vale a dire il pagano del I secolo avanti Cristo, come l'uomo che dipinse sul soffitto della sua caverna, come noi qui ed oggi, si scontra così con il problema del male, che è il mistero di un segreto tradimento dell'universo per cui egli s...

Abbiamo detto... Gli Editoriali

Donaci Signore pastori dal cuore grande!

Omelia del Cardinale Robert Sarah nella Cattedrale di Chartres, a conclusione del pellegrinaggio di Pentecoste (21 maggio), che ha visto giungere da Parigi a Chartres una folla di 15mila pellegrini, nella traduzione di Claudio Forti (che ringraziamo) Durante il video è possibile ammirare alcuni scorci di questa, che è una delle più belle e maestose cattedrali del mondo. In un successivo video Youtube è possibile vedere l’intera cerimonia e l’enorme folla di pellegrini radunati davanti alla cattedrale, impossibilitati ad entrare. Ndt

Permettetemi di ringraziare calorosamente prima di tutto sua eccellenza Philip Pastori, vescovo di Cartres, per la sua accoglienza tanto cordiale in questa meravigliosa cattedrale. Cari pellegrini di Chartres. “La Luce è venuta nel mondo”, ci dice Gesù...

I nostri preferiti

Sala, Elisabetta - L'esecuzione della giustizia

D'Ettoris Editori Nel periodo storico in cui è ambientato questo romanzo e nella sua corretta interpretazione va quindi per me e credo anche per l’autrice, ricercata la radice dei mali attuali, in Inghilterra ma anche nei nostri paesi, che si sono ormai resi indipendenti da Dio e da qualcosa che possa chiamarsi veramente giustizia

Ho appena finito di leggere un romanzo intrigante di Elisabetta Sala, storica studiosa del periodo dello scisma inglese sotto Enrico VIII e dei suoi immediati successori, in particolare Elisabetta I. L’autrice in un altro libro da lei scritto la denomina ...

Ultime news

Notti brave: ognuno si prenda le proprie responsabilità

[2018: Abbiamo chiesto...] Chiediamo a chi condivide il nostro giudizio di sottoscriverlo. Lo faremo arrivare ai giornali. Se volete potete diffonderlo anche voi.

Ci sarà – anzi, certo c’è – del vero nell’inchiesta di Panorama sulle «notti brave dei preti gay». E lasciamo tutta la responsabilità agli autori del servizio, come anche all’Editore, nel pubblicizzare questa sporcizia, questa nefandezza, questo disgustos...

Ultime news

Genova: il ponte di Icaro

Un contributo "fuori dal coro" alla riflessione sul dramma di Genova

Sulla tragedia di Genova ci sono stati raccontati tutti i particolari, e ora sappiamo anche cosa sono gli stralli, ma si è sorvolato sulla domanda di fondo: quale è la causa prima del crollo? Ed è strano per tanti giornalisti che ci hanno sempre detto ch...

Abbiamo detto... Gli Editoriali

«Vivere senza menzogna»

Ci è capitato di riprendere, pensando ai tanti fatti di attualità che coinvolgono i giovani di oggi, questo testo di Solženiciyn pronunciato nel lontano 1974, che gli costò l’espulsione dall’URSS. Certo, alcune osservazioni sono datate. Nel complesso però permane tutta la sua attualità. Ve ne riproponiamo alcuni stralci, quasi un «manifesto» di un cammino degno di ogni uomo che voglia vivere «senza menzogna». E ci auguriamo che in questo tempo povero di idee e di moti di autentica umanità questo invito susciti spazi di bellezza e di responsabilità. Che queste parole possano camminare con le nostre gambe e nei nostri cuori!

Ci sono documenti e testimonianze che sono diventati il patrimonio della umanità (sarebbe presuntuoso o ridicolo volerli elencare, ne sfuggirebbe sempre qualcuno). Credo che compito di ogni autentico educatore sia quello di mettere in contatto le giovani ...

Volti

Giorgio Perlasca e Moshe Bejski 10 - La liberazione di Budapest e il ritorno in Italia

La sua non era un’impresa solitaria e individualista, ma si svolgeva all’interno di una rete di rapporti, di azioni concordate per un fine comune, sostenute e approvate in nome della verità e della compassione.

Il Nunzio Il peso della situazione, i continui interventi per salvare, le falsificazioni, minavano la lucidità e la coscienza di Perlasca. La situazione, lo vedeva bene, era drammatica. La sua vita ogni giorno era appesa a un filo, troppe altre vite di...

C. S. Lewis

"Perelandra" 6 - "Il mito divenne Fatto"

Lewis non è scrittore ingenuo da “pulp magazines”, bensì coltissimo divoratore di libri e curioso indagatore dell’umana avventura. Per questo motivo sono reperibili sotto traccia vaste risonanze - dagli archetipi di Jung ai Classici della letteratura e alle sterminate conoscenze mitologiche

Le quattro fasi della storia Ma anche “Le lettere di Berlicche”, il libro del grande successo planetario di Lewis, che immagina la corrispondenza tra il giovane e inesperto diavolo Malacoda e lo zio Berlicche, che lo consiglia sul modo di tentare il giov...

Scaffali

Grossi, Ada - Centoquarantanove anni. Gli occhi che guardarono la Sindone

Meravigli 2016, € 15,00

Si tratta di un avvincente romanzo storico, la cui storia piena di avventura, amore e fede ci lascia continuamente in attesa delle prossime tappe del viaggio della famiglia di Giovanni e Sofia, che si intreccia con le vicende storiche della IV crociata e ...

Approfondimenti

Europa: radici e memoria

Genealogia dell'identità europea

Ecco perché noi non siamo il Far West dell’Asia, l’estremo occidente contrapposto all’estremo oriente. Abbiamo un’identità, una unità, un destino del tutto peculiari, abbiamo le nostre idiosincrasie, i nostri caratteri e anche i nostri difetti e i nostri limiti. Apparteniamo all’Europa per un paradosso della storia, non per una legge della natura

Ci chiamano, e noi stessi ci chiamiamo, Europei, tuttavia forse neppure confusamente avvertiamo che la nostra appartenenza all’Europa è ben diversa dall’appartenenza di qualunque uomo e di qualunque popolo a uno qualunque degli altri continenti i cui nomi...

Europa: radici e memoria

Europa. I suoi fondamenti spirituali ieri, oggi e domani

L'idea di Europa, per riscoprirne le radici. Un magistrale intervento del Card. Ratzinger

L'Europa - Cos'è essa propriamente? Questa domanda è stata sempre nuovamente posta, in maniera espressa, dal cardinal Józef Glemp in uno dei circoli linguistici del Sinodo Episcopale sull'Europa: dove comincia, dove finisce l'Europa? Perché ad esempio l...

Luoghi

L’abbazia di Santa Maria in Valdiponte

L’antico insediamento monastico

L’abbazia di Santa Maria in Valdiponte è una delle più stupefacenti architetture religiose medioevali delle colline umbre, poco distante da Perugia in località Montelabate. (Immagine 1) Si tratta di una chiesa-fortezza posta lungo l’arco della dorsale de...

Luoghi

A nido d’aquila. Il santuario della Corona al monte Baldo

Il Santuario della Corona è luogo di silenzio e di meditazione, sospeso tra cielo e terra, incastonato tra le rocce del monte Baldo (Vr). (Immagine 1/2/3) La storia Secondo documenti medievali sappiamo che già intorno all’anno Mille nell’area del Bald...

Giorno per giornoIl calendario del 21 Settembre

Eventi ▪ 454 - L'imperatore romano Valentiniano III uccide il generale Ezio durante un'udienza ▪ 1551 - A Città del Messico l'Arcivescovo Juan de Zumárraga e il Viceré Antonio de Mendoza fondano la Reale e Pontificia Università del Messico (oggi UN...

Da ricordare20 Settembre. Si forma un'unità statale italiana contro la Chiesa.

Oggi 20 Settembre nel 1870 i bersaglieri del Regno d'Italia di Vittorio Emanuele II entrano a Roma dalla breccia di Porta Pia, avviando il lungo periodo che si conclude nel 1929 col Concordato prima e col secondo dopoguerra poi, nel quale lo Stato italia...

Attualità

MOVIMENTO PER LA VITA AMBROSIANO ALLEANZA CATTOLICA CENTRO CULTURALE CATTOLICO SAN BENEDETTO EDIZIONI SAN PAOLO CENTRO DI AIUTO ALLA VITA AMBROSIANO SCIENZA E VITA MILANO FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI - MILANO Martedì 29 maggio 2018 - ore 2...

I Promessi SposiIntroduzione ai Promessi SposiRiflessioni su personaggi ed episodi de "I promessi sposi". «Desidero perciò proporre una lettura dei Promessi sposi che aiuti realmente i lettori a riconciliarsi con questo capolavoro che la riduttività dell'attuale didattica ha trasformato in un polveroso soprammobile».

...E' stato detto che l'opera d'arte viene completata dal cuore di chi ne usufruisce perché riesce a guardarla con cuore commosso e non con un atteggiamento semplicemente riverente. E la commozione, - che è un con-muoversi, un con-dividere le stesse emozi...

MostreMostre settembre 2018La ripresa dopo le vacanze è comunque ricca di proposte. Come sempre troviamo nelle diverse città d’Italia mostre archeologiche, storiche, fotografiche, di artisti antichi e moderni… insomma ne abbiamo per tutti i gusti e tutti gli interessi

Le nostre proposte cominciano dalla Val d’Aosta. Cominciamo dal capoluogo, Aosta con una esposizione che rende omaggio al grande fotografo Gabriele Basilico (Milano, 1944-2013) attraverso duecento fotografie, tra le quali una cospicua selezione di immagin...

IslamMaria nel Vangelo e nel Corano 5 - Sura diciannovesima: di Maryam

SURA DICIANNOVESIMA: DI MARYAM (16-35) 16. Ricorda Maria nel Libro, quando si allontanò dalla sua famiglia, in un luogo ad oriente. 17. Tese una cortina tra sé e gli altri. Le inviammo il Nostro Spirito* che assunse le sembianze di un uomo perfetto. ...

Domande e RisposteRicostruzione di carriera

Domanda Salve professore, sono un Idr con contratto a tempo determinato dal 01/09/08, ho presentato la mia terza domanda di ricostruzione di carriera nel gennaio del 2017. Nel Settembre 2018 passata ad altra scuola, ho chiesto alla precedente come pro...

Domande e RisposteAssegnazioni classi

Domanda Buongiorno prof. Incampo, Nicola, avrei bisogno di saper se un’insegnante di religione di ruolo nella scuola primaria può sostituire un collega assente su posto comune e quindi no svolgere le sue ore di docenza di RC, inoltre una maestra di r...

Domande e RisposteSupplenza

Domanda Buongiorno professore, ci scusiamo per questa ulteriore domanda, ma abbiamo bisogno di un suo parere. In una scuola secondaria di I grado la docente di ruolo è stata incaricata con una cattedra di 21 ore, d’accordo con il preside per avere u...