Sinodo dei giovani. Un contributo

Abbiamo ricevuto questo documento fatto da giovani di varie nazionalità a proposito dell’imminente Sinodo dei Giovani. Lo vogliamo diffondere perché la questione giovanile ci interessa, grati a coloro che lo hanno redatto e che ce lo hanno fatto avere.
Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Abbiamo detto... Gli Editoriali"

L’attenzione ai giovani non è solo una necessità «fisiologica» per chi voglia permanere nella storia, ma indica una dimensione educativa costitutiva di una autentica proposta che abbia un minimo di dignità.
Per questo la Chiesa ha sempre rivolto, in particolare nei momenti drammatici della storia, una attenzione ai giovani. Pensiamo al grande impegno educativo di Don Bosco, nell’Ottocento e al fascino indiscusso di Don Giussanello nel secolo scorso. E credo che una delle ragioni che ha conquistato nel mondo s. Giovanni Paolo II è stato il suo affetto, la sua vicinanza, la sua attenzione, la sua capacità di proposta al mondo dei giovani.
È per questo che guardiamo con estrema attenzione al prossimo Sinodo sui giovani, di questo autunno, e non ci rassegniamo ad una conduzione sociologica o stantia, che faccia parlare gli «esperti», lasciando in ombra le voci fresche che – a partire da una autentica esperienza di fede anche nelle situazioni «estreme» – ci indicano delle vie costruttive e fedeli al volto della Chiesa.
Siamo venuti in contatto con chi ha esteso un documento di approfondimento sulla tematica del Sinodo, che raccoglie le voci di tanti giovani di molte parti del mondo, e lo presentiamo ai lettori e visitatori di CulturaCattolica.it nella speranza che contribuisca a un approfondimento della questione giovanile e a un confronto in tutti gli ambiti che hanno a cuore l’educazione stessa dei giovani.
Se qualcuno vorrà rispondere o approfondire metteremo a disposizione questo spazio per i un serio confronto.

Il testo in inglese è stato pubblicato da LifeSiteNews e in italiano anche da SettimoCielo

UNA RISPOSTA AL DOCUMENTO FINALE DEL PRE-SINODO 2018

Rappresentiamo una sezione trasversale di giovani cattolici provenienti dai paesi più disparati, come Stati Uniti d’America, Pakistan, Hong Kong, Polonia, Irlanda, Inghilterra e tanti altri.