Una scuola che consiglia di non fare niente … è impensabile

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buongiorno.
Gentilissimo prof. mi trovo in una situazione di difficoltà. Insegno in una scuola secondaria di primo grado. Secondo l'orario definitivo in una classe terza l'ora di religione è stata inserita quest'anno quando l'alunno DVA che ha scelto religione, dal primo anno, non frequenta perché ha orario ridotto. La DS nel CDC di ottobre ha proposto all'insegnante di sostegno di parlare con genitori dell'alunno e farlo frequentare il sabato oppure di fargli chiedere esonero dall'IRC. Io ho risposto che non è una soluzione giusta obbligare all'esonero e che sapevo che durante l'anno non si può cambiare la scelta. Lei ha risposto che c'è una sentenza del Tar di luglio 2023 dove si dice che i genitori possono revocare in corso di anno la frequenza di religione. Nella mia situazione mi sembra il contrario non è il genitore a richiederlo, ma la DS obbliga alla rinuncia. Come posso fare?
Grazie.

Risposta



Una scuola che consiglia di non fare … scuola è impensabile.
La scelta fatta all’inizio anno vale per tutto l’anno e soprattutto è la scuola che deve migliore l’orario permettere all’alunno di frequentare l’IRC.