Tardani, Stefano – Figli di chi? Quale futuro ci aspetta

Ed. Ancora
Riportiamo l’intervento di S. Em.za Card. José Saraiva Martins per la presentazione libro (22 maggio 2012) invitando a leggere le belle pagine di questo testo
Vai a "Scaffali"

«Ringrazio Don Stefano Tardani per l’invito oggi a parlare sul suo Libro. Un Libro stupendo, straordinario. In occasione del VII Incontro Mondiale delle Famiglie che si terrà a Milano dal 30 maggio al 3 giugno ritengo che dobbiamo congratularci con l’autore per questa idea geniale di pubblicare un Libro sulla famiglia. Apprezziamo con gioia questa pubblicazione dell’interessantissimo volume Figli di Chi? Quale futuro ci aspetta. Ebbene, scorrendo le pagine del bel LIBRO emerge subito l’analisi attenta e precisa che l’Autore fa del significato e della portata delle parole de “la Preghiera del Padre Nostro”, della Preghiera del Signore evidenziando le profonde radici della vita umana e della costruzione della famiglia.
Si tratta certamente di una “consegna”, come dimostra l’Autore del libro, essenziale per la vita sociale e per lo sviluppo economico nazionale e internazionale. Confermato da abbondanti Fonti Bibliche e del Magistero della Chiesa, come anche quelle degli ultimi messaggi del Papa Benedetto XVI alle Nazioni, e sostenuto da lunga esperienza pastorale in molteplici campi, l’Autore mostra in quest’opera che la perdita delle radici cristiane getta nel caos più pericoloso non solo la vita personale e coniugale ma anche le nuove generazioni e l’ordine finanziario internazionale. Si tratta di quel richiamo alla indispensabilità, e sottolineo all’indispensabilità, delle radici cristiane che con tanta insistenza il caro san Giovanni Paolo II aveva raccomandato di inserire nella costruzione della Unità Europea. Senza il riconoscimento dell’importanza delle radici cristiane, l’Europa rischia davvero di sparire assorbita dall’egemonia, sempre più pressante, del mondo di “mammona”, del mondo economico, del mondo dei soldi come se fosse l’unico valore per costruire una società autentica. In questo modo, infatti, la vita biologica personale e l’amore familiare si svuotano di forza morale ed esistenziale, di significato e di energie spirituali, facendo mancare il dovuto apporto di serietà, di amore e di giustizia nella costruzione del mondo che alla fine viene asservito all’utile e al materialismo del “profitto”. A questo punto possiamo porci una domanda fondamentale: dove stiamo andando? Da che parte stiamo costruendo il mondo o il mondo ci sta costringendo a costruire? Questo è un libro che interpella e porta in profondità sull’identità e sulle scelte che ne conseguono. La dimensione della Festa, della Festività, la dimensione del mistero e della nostra realtà più umana comporta, non dimentichiamolo mai, il ritrovare, come indica l’Autore nel libro, la Comunione con il Dio vivente che in Cristo diventa vicinanza con Dio nella vita della Grazia e nel capire i passi di Dio con l’umanità. E la vicinanza con Dio diventa anche vicinanza, solidarietà, giustizia, attenzione anche agli ultimi, premura e carità nella costruzione della città degli uomini fino all’incontro più grande con Dio, Sommo Amore e Somma Bontà attraverso la Risurrezione di Cristo, donata all’umanità.
Nel libro che stiamo presentando sono trattati con molto rilievo alcuni altri temi del dibattito culturale di oggi. Per esempio: risurrezione e reincarnazione, democrazia e illusione, profezia e potere mediatico, bontà di Dio e possibilità dell’Inferno, etica e sviluppo economico. Ebbene il libro che stiamo presentando è un libro che aiuterà senz’altro anche i non credenti e i lontani dalla fede. … È un Libro che potrà anche dare un buon contributo al piano pastorale della Conferenza Episcopale Italiana dei Vescovi, dedicato per questo decennio alla formazione delle nuove generazioni: “educare alla vita buona del Vangelo”. Per concludere vorrei esprimere di tutto cuore un grazie a Don Stefano Tardani per la pubblicazione del Libro, ricco di molti spunti anche per gli operatori pastorali e sociali; per le famiglie e per i giovani; per imprenditori e per il mondo del lavoro e dello sviluppo e per i professionisti che operano nel campo della formazione. Grazie Don Stefano Tardani. Auguro di cuore al Suo Libro che oggi presentiamo tutto il successo editoriale che merita per il bene di questa società. Grazie per questo dono che ci fa.»

Per ordinarlo