Il clero di oggi. I «nuovi» sacerdoti? Solidi ma flessibili (???)

Se Pro-meteo è “colui che pensa prima”, Epi-meteo invece “pensa in ritardo” ed epimeteico è sinonimo di ottuso, poco sveglio

Cari amici sacerdoti,
in questo articolo su Avvenire (QUI) vi descrivono come epimeteici: “Se Pro-meteo è “colui che pensa prima”, Epi-meteo invece “pensa in ritardo” ed epimeteico è sinonimo di ottuso, poco sveglio”.
L’articolo si conclude così: “In estrema sintesi: un clero affidabile ma poco flessibile, assai poco incline a mettersi in discussione. Ecco spiegati quell’epimeteico. E la domanda che da Washington rimbalza fino a noi: è questo il clero che vogliamo? O meglio: è questo il clero di cui la Chiesa e il mondo hanno bisogno nel ventunesimo secolo?”.
Vi supplico, cari amici sacerdoti, rimanete epimeteici: non ascoltate i porno-psicologi richiamati nell’articolo…

San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia

Andrea Mondinelli

Il clero di oggi. I «nuovi» sacerdoti? Solidi ma flessibili