AA con valutazione

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Gentile dottor Incampo, le volevo chiedere in merito alla sua risposta:
La Circolare numero 316 del 28 ottobre 1987 chiarisce che che i docenti delle attività alternative “debbono essere scelti tra quelli della scuola che non insegnano nella classe o nelle classi degli alunni interessati all'attività in parola, atteso che così viene assicurato per gli alunni avvalentesi e per quelli non avvalentesi, il rispetto del principio della ‘par condicio’.”
se questo si applica solo alla materia alternativa con valutazione o vale anche per le attività di studio assistito.
La ringrazio, cordiali saluti.

Risposta



La norma citata si applica solo ed esclusivamente all’attività alternativa con valutazione e certamente non vale per le altre attività.