Potrà partecipare al concorso?

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Salve.
Le scrivo in merito a un docente con seguenti titoli: maturità magistrale del 1989, laurea in materie letterarie nel 1998, abilitazione insegnamento scuola primaria, abilitazione per l'insegnamento della Religione nella scuola primaria, conseguita con corso di formazione biennale presso Diocesi *** aa 2002-2004, docente di religione cattolica con 24 ore settimanali dal 2002 al 2009. Vorrebbe riprendere insegnamento religione cattolica nella primaria con contratto annuale di 22 ore e programmazione e partecipazione al concorso. Sostiene che avendo insegnato religione fino al 2009 rispetta la clausola che chi ha insegnato religione negli anni 2005/06 -2006/07 non perde i diritti precedenti e può insegnare ancora religione. Ha sentito un legale che sostiene che ha pieno diritto per insegnamento e concorso. Unico requisto richiesto potrebbe essere un master di aggiornamento sostiene che in quel caso essendo abilitante non dovrebbe fare il concorso, per cui o fa il master o il concorso.
Ci chiedavamo però se riprendere l'insegnamento doveva avvenire entro il 2017 oppure se mantiene i requisiti anche lo stesso. Si tratta di fatto di un insegnante di classe con idoneità a seguito di corso biennale ma che poi ha interrotto insegnamento.
Potrebbe avere idoneità per partecipare al concorso come sostiene?
altro quesito in allegato progetti per alternativa in un istituto tecnico commerciale, ragioneria. La docente è perplessa per via delle maggiori competenze digitali che si possono acquisire e in modo discriminatorio verso chi fa religione e non considererebbe adeguato il progetto per l'alternativa. E' possibile sostenere questa posizione non sostenendo in collegio il progetto come vorrebbe fare.
Grazie,
buona giornata buon tutto.

Risposta



Sicuramente non può insegnare religione e non potrà partecipare al concorso.