Organizzazione ora alternativa all’IRC

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buongiorno dott. Incampo,
Le scrivo per sottoporle alcuni quesiti su quanto in oggetto
1. Normalmente nella scuola dove insegno - un Istituto tecnico - ad inizio anno ci viene chiesto di tenere i non avvalenti, nell'attesa che si attivi l'attivitá di studio assistito. Io, per tutelarmi, metto sul registro la dicitura "Come da circolare i non avvalenti restano in classe".
Domanda: "C'è un limite temporale che la legge tollera sul tenere i non avvalenti"? Se si qual è la norma?
Tanto per capirci, l'anno scorso, la supplente - purtroppo ho un problema oncologico - ha tenuto una classe con i non avvalenti fino a Natale.
2. Quest'anno pare che stiano organizzando come ora alternativa, un corso di musica.
Domande
1) Non dovrebbe essere essere sottoposta ad una progettazione sottoposta ed approvata dal collegio docenti? Se sì, quale legge posso citare?
2) Corso di musica?
La legge ovvero CC.MM. 368/85, 129-130-131/86 prevedono che attività didattiche e formative non consistono in materie curricolari: corsi di informatica o lingua straniera, corsi di sostegno o recupero (o comunque tali da introdurre una discriminazione vietata dal punto 2.1.a dell'Intesa); esse devono invece collocarsi nell'ambito di tematiche relative ai "valori fondamentali della vita e della convivenza civile" (CC.MM. 368/85, 129-130-131/86).
Quindi il corso di musica non deve essere attivato? Esistono altre leggi che non ho citato?
3) Nel caso fosse attivata l'ora alternativa può essere proposta a tutta la classe o solo a chi ne ha fatto richiesta? La maggior parte chiedono attività di studio assistito o studio individuale e/o uscita anticipata e/o entrata posticipata.
Può la segreteria telefonare e chiedere di modificare la richiesta togliendo lo studio assistito/ individuale? Credo proprio di no!! Si fa al momento dell'iscrizione!
La legge parla chiaro "Limitatamente agli alunni di loro competenza, come avviene per gli insegnanti di religione cattolica (CM 316/87). Giusto?
4) Nel caso fosse attivata l'ora alternativa, il docente che deve valutare e fare gli scrutini deve avere una colonna dove mettere i suoi giudizi?
In ogni caso non può mettere il giudizio nella nostra stessa colonna? Giusto?
5) La scheda se avvalersi o non avvalersi non dovrebbe essere sottoposta solo al primo anno? Pacifico che possano cambiare ad ogni iscrizione su richiesta della famiglia ma non perché ogni anno la scuola propone la domanda. Giusto? Quali i termini di legge?
Grazie e buon lavoro.

Risposta



Relativamente alla prima domanda rispondo che la Circolare sulle iscrizioni prevede che i Non Avvalentesi devono scegliere l’opzione alternativa tra i 3 maggio e il 30 giugno.
Questo significa che già dal primo giorno di scuola dovresti avere solo i tuoi alunni.
Quanto poi alla seconda domanda ti faccio notare che gli alunni che hanno scelto lo strumento musicale possono svolgere tale attività solo di pomeriggio.
Relativamente alla terza domanda ti ricordo che l’attività alternativa non va proposta, ma va scelta dalla scuola.
Se un addetto alla segreteria chiede all’alunno di cambiare opzione io comunicherei l’accaduto alla Direzione regionale, alla CEI e al Ministero.
Quanto poi alla quarta domanda ti ricordo che chi ha scelto l’AA ha il diritto ad essere valutato, proprio come chi ha scelta l’IRC.
Relativamente all'ultima domanda la scelta di avvalersi o non avvalersi si effettua solo all’atto dell’iscrizione.