Partecipazione agli esami e 40 ore

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Gent/mo professore sono un’insegnante di religione di ruolo alle superiori che da sempre viene impiegata per l’assistenza agli esami di recupero che si svolgono alla fine di agosto. Le chiedo in base all’art. 29 CCNL che così recita “L’assistenza agli esami è parte integrante dello svolgimento degli stessi, attività obbligatoria ai sensi del citato art. c.3 lettera c.” come debba essere applicato, cioè se debba essere considerato obbligatorio per tutti o solo per i docenti che hanno rimandato l’alunno e che pertanto devono necessariamente essere presenti, includendo invece per gli altri l’assistenza nelle 40 ore dei consigli.
Inoltre, pur considerando la necessità di reperire docenti solo per la vigilanza, da quest’ultima vengono esclusi sistematicamente colleghi che avendo poche classi sono ben distanti dalle 40 ore e vengono invece assegnate ore di assistenza ai docenti di religione impegnati successivamente in un numero considerevole di scrutini.
La ringrazio.

Risposta



La partecipazione agli esami è un atto dovuto, quindi non retribuito.
Quanto poi alla partecipazione di tutti gli insegnanti, è il DS che dovrà provvedere alla giusta rotazione degli insegnanti.