Certificazione di idoneità diocesana

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buongiorno sig. Incampo
Sono una idr di ruolo dal 2004 e volevo avvicinarmi a casa per motivi familiari e anche perché mi sono stati concessi i benefici della legge 104/92.
Purtroppo l’ordinario diocesano della diocesi di eventuale destinazione non mi ha concesso ne il trasferimento ad aprile e neanche l’idoneita’ per chiedere assegnazione provvisoria.
L’istituto comprensivo che avrei chiesto è molto grande ed è coperto da 2 insegnanti incaricate con titoli e anni di servizio in meno di me.
Fermo restando il fatto che tutti devono essere nelle condizioni di lavorare,trovo che questo rifiuto sia discriminante e privo di buon senso.Il principio di DISCREZIONALITÀ che sta alla base dell’Intesa,in questo caso è stato interpretato dal Direttore dell’Ufficio Scuola come “faccio quello che voglio “. Credo che dopo 32 anni di servizio, con titoli,esperienza e dedizione, un trattamento del genere, ne’giustificato ne’ condiviso , sia molto grave.
La ringrazio per i suoi sempre preziosi consigli.

Risposta



La norma prevede che l'idoneità dell’Ordinario diocesano ricevente debba obbligatoriamente dare l’idoneità sia per il trasferimento che per le assegnazioni provvisorie.
Tieni presente che se entra un nuovo insegnante, un altro deve necessariamente uscire.