Diritto allo studio e giornata libera

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buonasera, sono una insegnante di ruolo di IRC che ha deciso di iscriversi al primo anno di Licenza in Scienze Religiose. Avendo la possibilità di frequentare le lezioni online che si svolgono il giovedì e venerdì pomeriggio e il sabato mattina, con rilevazione delle presenze, ho chiesto di poter avere il sabato come giorno libero per
rispettare il mio diritto allo studio senza privare gli alunni delle lezioni di Religione, facendo riferimento alla L. 300/1970 e al CNNL 2006/art. 64,6 e 7. Purtroppo però a scuola fanno delle resistenze a causa dell'alto numero di richieste per tale giorno libero. Finora ho preso dei giorni di aspettativa non retribuita e ho fatto notare che, in seguito alla richiesta di usufruire delle 150 ore per studio, non assicurerei la mia presenza a scuola tutti i sabati per cui non vedrei mai le classi in orario, nè potrei valutarle. Come mi devo comportare? Non posso e non voglio rinunciare agli studi, avendo, tra l'altro già pagato le tasse universitarie e ritenendo che tale qualifica possa arricchire la mia professionalità. Non so più cosa fare, avrebbe qualche suggerimento da darmi?
La ringrazio anticipatamente.

Risposta



È veramente strano che il DS neghi la giornata libera per il diritto allo studio.
La tua richiesta sicuramente non crea difficoltà alla scuola, anzi …
Io farei proporre il principio alle RSU.