Proposte attività integrative e complementari all’IRC

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Gentilissimo, nell'ordine del giorno della riunione dei dipartimenti disciplinari leggo: "Proposte attività integrative e complementari all’IRC". Non capisco. Credo si riferiscano all'AA. Ma: la cosa riguarda i dipartimenti disciplinari? Cioè: io con i miei collegi di RC dovrei proporre un'attività integrativa e complementare all'IRC. Ma non è la DS che comvoca i genitori dei NA (pochissimi) e propone, per chi chiede l'AA, un percorso diverso? Lo scorso anno, pearaltro, i pochi che non si avvalgono avevano scelto attività didattica non assistita. Non riesco a capire la ratio e cosa debba eccepire. Mi puoi aiutare? Grazie.

Risposta



Le attività didattiche e formative all’IRC vengono programmate dal Collegio dei docenti per la Scuola Media e la Scuola Superiore, e dai consigli di interclasse per la Scuola Elementare e questo impegno non può essere rifiutato.
Infatti la Circolare Ministeriale numero 302 del 29.10,1986 così recita: “Al riguardo è appena il caso di precisare come la programmazione delle attività per gli alunni che comunque non abbiano dichiarato di avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica, costituendo momento integrante della più generale funzione di programmazione dell’azione educativa attribuita alla competenza dei Collegi dei docenti dall’articolo 4 del DPR numero 416/74, venga a configurarsi con i caratteri di prestazione di un servizio obbligatorio posto a carico dei collegi dei docenti medesimi. Di conseguenza, qualora tale puntuale adempimento non sia stato ancora compiuto dal collegio dei docenti, sarà cura dei Capi d’Istituto intervenire perché subito l’organo collegiale predetto vi provveda, onde rendere possibile l’immediato avvio delle attività in parola.”