Validità dell’anno e …

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Gentile prof. Incampo,
grazie per la Vostra disponibilità ad aiutarmi a capire meglio.
La mia situazione è la seguente: insegno a tempo indeterminato dal 01 settembre 2014 presso un istituto *** di *** (Contratto Agidae) come insegnante di IRC, qualifica per la quale possiedo titolo ISSR e idoneità diocesana come richiesto. Sono inoltre laureata in Lettere classiche con Laurea magistrale, ma non ancora abilitata. In questi anni ho svolto presso la scuola un servizio "misto", dato che non si raggiungono le 18 ore solo con IRC, così ho integrato con A12 o A22 a seconda delle necessità della scuola.
L'anno scorso (a.s. 2020-2021) le mie ore di IRC sono state assorbite da un salesiano senza titolo, nè abilitazione e mi è stata lasciata 1 sola ora di IRC per giustificare il mio contratto a tempo indeterminato (altrimenti avrei dovuto essere licenziata al 30 giugno, non essendo abilitata in A12 e A22). Ho patito molto la situazione, come può immaginare, ma ho tenuto duro perchè pensavo fosse temporanea. Di recente il Dirigente, a cui spetta l'assegnazione delle ore, mi ha comunicato che forse anche per quest'anno (a.s. 2021-2022), per motivi economici, potrei avere ridotte le mie ore di IRC ad una soltanto. La mia domanda è la seguente: è considerato "valido" il mio servizio annuale di IRC anche solo con 1 ora? In caso di concorso aperto anche al servizio paritario, sarei in condizioni di dichiarare il servizio IRC anche per gli a.s. 2020-2021 e 2021-2022?
Aggiungo anche che mi è sempre stata negata l'iscrizione nella graduatoria di Istituto, in quanto l'insegnante di IRC negli istituti paritari può essere sostituito da religiosi anche se ha molti anni di servizio e punteggio, così mi è sempre stato detto, quindi la graduatoria è inutile. Possibile che io non possa avere un diritto che hanno tutti i miei colleghi e che possa insegnare ai miei ragazzi chi non ha titoli nè la minima competenza?
Ultima informazione: dall'a.s. 2020-2021 sono a regime part-time di 9 ore (cosa che vorrei replicare anche quest'anno 2021-2022), perchè ho accettato una supplenza nello Stato al 30 giugno per A22, nella speranza di riuscire ad abilitarmi anche per questo mio titolo al momento purtroppo inutilizzato.
Grazie davvero per il Vostro tempo, spero di essere stata esauriente e chiara.
Cordiali Saluti.

Risposta



Per prima cosa chiariamo che la legge 124 del 3 maggio 1999 al comma 14 dell’articolo 11 tra l’altro, definitivamente sciogliendo ogni dubbio interpretativo sulla validità dell’anno scolastico, ha chiarito che “Il comma 1 dell’articolo 489 del Testo Unico è da intendere nel senso che il servizio di insegnamento non di ruolo prestato a decorrere dall’anno scolastico 1974/75 è considerato come anno scolastico intero se ha avuto la durata di almeno 180 giorni oppure se il servizio sia stato prestato ininterrottamente 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale”.
E tutto questo a prescindere dalle ore settimanali.
Infine ti ricordo che gli anni svolti da insegnante di religione non sono spendibili per le altre graduatorie.