Part-time o spezzone?

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Salve Dott.Incampo,
le pongo un paio di quesiti.
Sono un idr (con laurea civile V.O. e magistero e idoneita'diocesana). Ho10 anni di servizio e ricostruzione di carriera. Da 8 anni insegno in una scuola primaria con plesso nel mio quartiere. Ho chiesto e ottenuto dall'ufficio scolastico diocesano un part time a 12 ore dopo la maternità. Riflettevo sulla opportunità di sostenere un concorso (perfino ordinario), che in caso di superamento mi potrebbe indurre a lasciare l'attuale scuola (con l'aggravante di non poter più seguire i ragazzi del mio territorio nel loro percorso sacramentale e seguire anche la messa insieme come alcune volte succede, seppur non richiesto ovviamente dal mio ruolo ma che ovviamente lo avvalora) giacchè, nella ns scuola primaria ci sn 3 idr di cui una di ruolo, così come il timore di perdere i benefici del part time che mi permette di coniugare la maternità con il fatto che sento di essere stata letteralmente vocata anche ad essere un idr seppur indegnamente.
Altro quesito: la scuola in cui opero ha 5 classi (una prima, una seconda..ecc..) e le altre due ore che occorrono per raggiungere le 12 ore le completo in un altro plesso in un quartiere che dista qche km dal mio. Mi domandavo se rimanessi con 10 ore anziché 12 perderei tutti i benefici della ricostruzione? Mi scusi per la lunga mail ma mi premeva farle comprendere la mia situazione.
La ringrazio tanto.

Risposta



Per prima cosa chiariamo che un incarico per 12 ore si prefigura come part-time se è previsto nel contratto di lavoro, diversamente trattasi di un incarico per un numero ridotto di ore.
Detto questo mi par di capire che sei una spezzonista.
Quanto alle domande ti rispondo che la sede viene proposta dall’Ordinario, sia ai docenti di ruolo che ai docenti non di ruolo.