IRC e NA

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buongiorno prof.
le scrivo perché quest'anno trapelano notizie inquietanti sulla gestione NON AVVALENTESI.
- non si può fare promiscuità, non si possono mandare i non avvalentesi nella classe parallela e non c'è alternativa... quindi la soluzione è tenerli in classe durante le ore di IRC.
ma questo contraddice alla normativa! se non l'hanno scelta è perchè non volevano farla! e i genitori, saranno d'Accordo?? e io sarò libera di insegnare religione..o mi devo "limitare"??
noi idr dell'istituto vorremmo chiedere spiegazioni al DS. Mi dica come dobbiamo confrontarci... Non vorrei fare subito muro contro muro...il DS è nuovo.
Grazie.

Risposta



Per prima cosa chiariamo che l’organizzazione spetta alla Dirigenza e non agli insegnanti.
E diciamo anche che gli insegnanti di religione cattolica sono docenti di una precisa disciplina, Religione Cattolica appunto.
Questo significa che devono insegnare Religione Cattolica agli alunni che si sono avvalsi di tale disciplina.
Se la scuola obbliga gli insegnanti con un ordine di servizio scritto, a tenere in classe anche i non avvalentesi, si assume tutta la responsabilità di tale decisione.
È inutile ricordare che nel malaugurato caso di “incidente” è responsabile solo e solamente il Dirigente Scolastico.
Io farei vedere al DS la nota dell’USR della Lombardia che dice esattamente il contrario.
https://usr.istruzione.lombardia.gov.it/wp-content/uploads/2020/07/m_pi.AOODRLO.REGISTRO-UFFICIALEU.0016375.27-07-2020.pdf
Comunque mai come in questo momento di emergenza dobbiamo dare tutta la nostra collaborazione.