AA e FIS

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Gent.le Dott. Incampo,
Le scrivo per porLe alcuni quesiti in merito ai docenti che seguono gli alunni che scelgono di non avvalersi dell’IRC
• E’ corretto quanto di seguito riportato? Il docente che segue gli alunni che hanno scelto l’opzione a (attività didattiche e formative) ed il docente che segue gli alunni che hanno scelto l’opzione b (attività di studio e/o di ricerca individuali con assistenza di personale docente) sono entrambi designati dal DS secondo i criteri definiti nella CM n°316/87 con l’unica differenza che il primo può essere anche un supplente nominato dalla graduatoria di istituto, mentre il secondo no. Inoltre il primo non grava sul bilancio della scuola, mentre il secondo è pagato tramite il FIS.
• In merito al docente che segue gli studenti che hanno scelto l’opzione b, il c.17 dell’art.8 dell’OM 257/2017, comma che peraltro non compare più nell’OM dell’a.s. successivo, afferma: “Sempre ai fini dell’attribuzione del credito scolastico, nell’ambito della banda di oscillazione, il consiglio di classe tiene conto anche dell’interesse manifestato e del profitto raggiunto dagli alunni che hanno seguito, in luogo dell’insegnamento della religione cattolica, attività di studio individuale, traendone un arricchimento culturale o disciplinare specifico, certificato e valutato dalla scuola, secondo modalità deliberate dalla istituzione scolastica medesima”. Quindi il docente, pur non partecipando agli scrutini, può fornire informazioni al CdC circa il comportamento, l’interesse, la partecipazione dello studente … secondo modalità deliberate dal Collegio dei Docenti, questo nel triennio della Scuola Secondaria di II grado. Analoghe considerazioni possono valere nel I ciclo e nel biennio della Scuola Secondaria di II grado? Esiste in proposito una normativa di riferimento?
La ringrazio anticipatamente e rimango in attesa di una Sua risposta.

Risposta



L’insegnante dell’Attività alternativa viene retribuito dal MEF, mentre l’insegnante che vigila l’alunno durante lo studio assistito può essere retribuito dal FIS.
Quanto poi alla seconda domanda ti faccio notare che il credito scolastico si attribuisce solo alle superiori.