Ho insegnato religione per vent’anni ….

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buongiorno, professor Incampo.
Ho compilato il modulo su istanze on line per partecipare al concorso per la scuola primaria.
Ho pagato la tassa.
Volevo un’informazione.
Io ho insegnato religione per vent’anni (incaricata annuale) nella scuola primaria.
Se dovessi diventare di ruolo su posto comune, lo stipendio tornerà al livello base o si terrà conto dei vent’anni in cui ho insegnato religione?
Grazie per il lavoro che svolge.
Buona giornata.

Risposta



Relativamente alla domanda rispondo che i commi 3 e 4 dell’articolo 12 del DPR numero 1079 del 29 dicembre 1970 così recitano: “Con effetto dal 1 luglio 1970, nei casi di passaggio di carriera di cui all’articolo 202 del TU approvato con DPR 10 gennaio 1957, numero 3, e dalle altre analoghe disposizioni, al personale con stipendio, paga o retribuzione, superiore a quello spettante nella nuova qualifica o grado o categoria sono attribuiti, in luogo dell’assegno personale già previsto, gli aumenti periodici necessari per assicurare uno stipendio, paga o retribuzione di importo pari o immediatamente superiore a quello in godimento all’atto del passaggio.
Con effetto dal 1 luglio 1970, l’importo ancora in godimento dell’assegno personale previsto dalle norme richiamate nel precedente comma, è riassorbito soltanto per l’attribuzione di successive classi di stipendio, per proporzione e per passaggio di carriera ed è considerato, negli stessi casi, in aggiunta allo stipendio, ai fini di quanto disposto dal comma 5 dell’articolo 1 e del precedente comma del presente articolo.
La legge 312 dell’11 luglio 1980, in modo particolare l’articolo 52, e la Circolare Ministeriale numero 366 del 29 dicembre 1983 non hanno mai escluso da questo beneficio gli insegnanti di religione cattolica.