NA e certificazione delle competenze

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buon pomeriggio Prof. Incampo. Insegno in una scuola secondaria di I grado. Negli anni passati, per il punto 8 della certificazione delle competenze relative alla voce in cui è scritto che l'alunno "riconosce ed apprezza le diverse identità, le tradizioni religiose culturali e religiose, in un'ottica di dialogo e rispetto reciproco", si richiedeva la mia valutazione in particolare. Per quanta riguardava i non avvalentesi si barrava la casella in questione, senza mettere alcuna valutazione. L'anno scorso il DS ha voluto che si mettesse la D agli alunni in questione, motivando questa scelta per il fatto che la certificazione va comunque compilata. All'inizio dell'anno scolastico, durante un corso sulle competenze, ho posto la domanda al relatore , il quale mi ha risposto che la certificazione delle competenze è da compilare da parte di tutto il consiglio, mettendo, però, la seguente postilla "non si avvalgono dell'IRC", sulla certificazione degli alunni non avvalentesi; così sarei stata sollevata da ogni responsabilità, anche laddove il consiglio avesse deciso di valutare con una A l'alunno N.A.. Lei cosa ne pensa?
Tenendo presente che alcuni ragazzi non scelgono religione per entrare alla seconda ora o uscire prima. La ringrazio in anticipo. Distinti saluti.

Risposta



Io non lo farei.
Non è la certificazione delle competenze il “luogo” dove si afferma chi si avvale e chi no.
Si certificano solo le competenze raggiunte ed il livello.