Presa visione orario e altro

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Salve Dott. Incampo. Sono un docente di religione cattolica alla primaria con ricostruzione di carriera.
Ricorro a lei per chiederle alcune info visto che il mio sindacato mi ha liquidato rispondendomi che è materia di cui deve occuparsi la RSU interna alla scuola!
Vengo al dunque:
1. E' possibile ricevere il proprio orario definitivo il venerdì sera/sabato mattina (con sabato giorno libero per tutti i docenti) nella bacheca del registro elettronico attraverso un messaggio su WHATSAPP che diceva di andare a visionare la bacheca e spuntare per presa visione dell'orario???????
Quanti giorni prima bisognerebbe essere avvisati ufficialmente del ritiro del nuovo orario?

2. quante ore buche può avere al massimo un docente della scuola primaria e quante ore di lezione al giorno? Alcuni mi hanno parlato di un regolamento interno che legifera il massimo delle ore buche, e se in una scuola non è stato stabilito?

3. Oltre 3 ore buche, nel mio orario ci sono tre giorni a settimana dove cambiando plesso regalo alla scuola 10 minuti x3 giorni (cioè mezzora a settimana). Mi spiego in un plesso lavoro dalle 8.20 alle 10.20, poi in 10 minuti regalati, corro all'altro plesso dove lavoro dalle 10.30 alle 13.30; per un totale di 5 ore e 10 minuti al giorno per 3gg.
Queste mezzore le posso recuperare con permessi orario quando ho necessità di entrare dopo o uscire prima, o esiste un altro modo per recuperarle (magari non programmando qualche volta), oppure devo ingoiare il rospo e basta?
Certa di un suo riscontro, spero velocissimo, la saluto e la ringrazio sempre per il suo prezioso aiuto.

Risposta



Relativamente alla presa visione dell’orario, non esiste alcun obbligo temporale da parte della scuola.
Ovviamente occorrerebbe avere un minimo di comprensione per gli impegni dei docenti.
Quanto poi all’orario giornaliero di norma non dovrebbe superare le 4 ore, per le ore buche tutto è lasciato ai criteri generali stabiliti dal consiglio di istituto e dal collegio dei docenti.
Una cosa è certa: le ore buche non possono essere né retribuite e né utilizzate per compensazioni.