Rimodulazione calendario scolastico

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Carissimo prof. Incampo, nella scuola secondaria di I grado presso la quale insegno religione cattolica in ***, il DS ha convocato il Collegio dei docenti per rimodulare il calendario scolastico e disporre la chiusura della scuola il 4 marzo, il 5 marzo e il 6 marzo (mercoledì delle ceneri). Dai gruppi social della scuola ho appreso che, se la maggioranza fosse d’accordo, le ore di queste giornate andrebbero recuperate per sostituire i colleghi assenti e/o per accompagnare gli studenti in visite didattiche le quali, di conseguenza, assumerebbero un carattere di obbligatorietà.
Il giorno del collegio io sarò assente perché parteciperò a un corso di aggiornamento organizzato dalla Diocesi. A me sembra assurdo chiudere la scuola perché negli anni precedenti si sono registrate numerose assenze da parte degli studenti.
Ad ogni modo, per evitare di contrarre un “debito” con la scuola, cosa posso fare per non recuperare le ore?
Posso chiedere dei giorni di permesso retribuito per motivi personali e/odi famiglia e bypassare la questione oppure posso rifiutarmi di recuperare
le ore?
Cosa mi suggerisce di fare?

Risposta



Per prima cosa chiariamo che la deliberà definitiva dovrà farla il Consiglio di Istituto, e non il collegio.
Se il Consiglio di Istituto delibererà in tal senso, sei obbligato ad eseguire la decisione.