Separazione

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buongiorno sono una futura insegnante di religione cattolica. Vorrei chiedere se è possibile avere delle risposte, la mia domanda è questa, siccome sono sposata da 5 anni, ma il mio matrimonio ha problemi, per colpa di mia suocera e della famiglia di lui che ha rovinato il nostro rapporto. Sono arrivata alla decisione di separarmi. Chiedevo se io ottengo la separazione, anche se un domani non convivo con nessuno è non intendo rifarmi una vita, potrò comunque insegnare religione? Grazie attendo vostra risposta, cordiali saluti.

Risposta



L’Ordinario diocesano che firma il decreto di idoneità all’insegnamento della religione cattolica tiene conto che i candidati “Siano eccellenti per retta dottrina, per testimonianza di vita cristiana e per abilità pedagogica” (Cfr. Codice di Diritto Canonico can 804).
Le perplessità dell’Ordinario diocesano, a cui solo compete il giudizio di idoneità riguardo a una persona che deve dare testimonianza di vita cristiana a dei ragazzi, sono ben poste.
Consiglio di presentare il caso in tutti i particolari all’Ordinario diocesano e, poiché il caso evidenzia che non vi è responsabilità nel divorzio chiesto e ottenuto dalla moglie ed inoltre la condizione di un divorziato non risposato non preclude all’ammissione ai Sacramenti, a norma del “Direttorio di pastorale familiare per la Chiesa in Italia” della Conferenza Episcopale Italiana, potrebbe sempre l’Ordinario diocesano – a suo insindacabile giudizio e secondo il suo senso pastorale – concedere o meno l’idoneità all’insegnamento della religione cattolica.