Idoneità

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Gentile Dott. Nicola,
Sono stato un insegnante di Religione per 12 anni di cui 10 anni con incarico annuale. Però nel 2017, sono stato trasferito in una scuola privata gestita insieme con la Regione ***. Sono stato trasferito senza dirmi delle accuse svolte contro di me. Mi aveva promesso, l’Ordinario, che mi avrebbe rimesso nelle scuole pubbliche. Però, dopo un anno non ha mantenuto la promessa. Posso denunciare per le promesse non mantenute? O posso domandare di avere una copia delle accuse della Preside della scuola pubblica dove ho insegnato? Adesso non insegno più? Cosa dovrei fare per rientrare nel Sistema dell’istruzione?
Grazie.

Risposta



Il giudizio sull’idoneità dell’insegnamento della religione cattolica è di competenza esclusiva dell’Ordinario diocesano che oltre alla competenza personale e ai requisiti di idoneità per un certo tipo di scuola, valuta anche la situazione morale di chi non deve essere in contraddizione con quanto insegna.
Per onestà ti voglio invitare a non “giocare” con la proposta di nomina, perché comporta un giudizio negativo o sulla condotta morale non in armonia con quanto si insegna nell’ora di religione o una dichiarazione di inabilità pedagogica relativamente ai contenuti dell’insegnamento.