PON ed altro

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Buongiorno, sono un'IRC di ruolo, con concorso superato nella scuola dell'infanzia e primaria. Possiedo il diploma accademico di Magistero in Scienze religiose, il Diploma CEE in Scienze Religiose, il diploma di Ragioneria, il diploma di scuola magistrale e un concorso superato nella scuola comune dell'infanzia. Volevo porle alcuni quesiti riguardanti i diritti dell' IRC nella scuola. Un insegnante di religione cattolica può partecipare ai progetti PON in qualità di Esperto o Tutor nella propria scuola? Può essere referente PON o valutatore? Può svolgere la funzione strumentale? Può essere collaboratore del DS? Può essere responsabile di Plesso? Un IRC fa parte dell'organico della scuola?
La pregherei gentilmente di rispondere a tutti i miei quesiti e la ringrazio per sua disponibilità.
Vorrei conoscere inoltre i relativi riferimenti normativi da poter presentare al DS, il quale sostiene che noi IRC non facciamo parte dell'organico della scuola e dipendiamo dalla curia, quindi non abbiamo diritto a partecipare a queste attività.
In attesa di una sua risposta le porgo distinti saluti.

Risposta



Per prima cosa chiariamo che i progetti PON si realizzano con docenti interni e docenti esterni.
Gli insegnanti interni che intendono partecipare a detti progetti devono essere in possesso di determinati requisiti indicati nello stesso bando di reclutamento.
E’ necessario allegare alla domanda il proprio curriculum professionale.
Sarà il gruppo di progetto a valutare i vari curricoli.
Questo significa che nulla vieta agli insegnanti di religione di poter partecipare a tali progetti.
Inoltre gli IdR possono essere individuati come funzioni strumentali, può essere collaboratore del DS, può essere responsabile di plesso e sicuramente gli IdR fanno parte dell’organico della scuola.