AA e consigli di classe

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Gent.mo dott. Incampo,
nella mia scuola (Istituto di istruzione superiore) ai prossimi scrutini parteciperà anche l'insegnante di attività alternativa che inserirà le sue valutazioni nella stessa colonna della materia di religione. Lei ha espresso in merito questo parere in una lettera precedente "Il DPR 122/2009 recita così: “i docenti incaricati delle attività alternative all’insegnamento della religione cattolica forniscono preventivamente ai docenti della classe elementi conoscitivi sull’interesse manifestato e il profilo raggiunto da ciascun alunno”.
Il TAR Lazio, invece, con la sentenza numero 33433 del 15.11.2010 ha disposto il parziale annullamento del DPR 122/2009, e proprio nella parte di cui sopra.
La mancata partecipazione dei docenti incaricati delle attività alternative all’insegnamento della religione cattolica alle operazioni di scrutinio, realizza, ad avviso del TAR, disparità di trattamento rispetto ai docenti incaricati dell’insegnamento della religione cattolica.
Il MIUR con nota protocollo numero 695 del 9.02.2012 indirizzata all'USR del Piemonte, ha affermato: “Ciò premesso, si fa presente che, a seguito del passaggio in giudicato della sentenza in argomento, la disposizione annullata deve intendersi automaticamente non più applicabile”.
Questo significa che l’Attività Alternativa deve essere valutata così come viene valutata l’IRC. "

Risposta


La nota del MIUR protocollo numero 695 del 9.02.2012 ha affermato che l’Attività Alternativa deve essere valutata così come viene valutata l’IRC.