Questione delicata

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Gentilissimo Prof Incampo, le volevo sottoporre la questione delicata che riguarda i miei studi presso l’Istituto di Scienze Religiose della mia diocesi (***) e le peripezie post laurea. Ho conseguito infatti lo scorso luglio la laurea triennale in scienze religiose. Mi sono immatricolato nel 2008 e al momento dell’iscrizione mi era stato spiegato attraverso anche dei manifesti e depliant pubblicizzati dall’Istituto che il titolo conseguito sarebbe stato abilitante per l’insegnamento nelle scuole materne ed elementari. Conseguita la laurea con il massimo dei voti e con sacrifici estenuanti per finire il prima possibile mi sono recato presso l’Ufficio Insegnamento della mia diocesi dove mi è stata negata la possibilità di inserimento in graduatoria essendo il titolo non valido. Premesso che in diocesi non è stato istituito il biennio specialistico mi sento letteralmente preso in giro oltre che spiazzato e chiedo pertanto spiegazioni e suggerimenti circa la posizione di chi come me si ritrova in tale situazione di disagio…
Grazie anticipatamente.

Risposta


Se vuoi insegnare religione devi necessariamente conseguire la Laurea Magistrale (ISSR).
La così detta laurea breve non è spendibile per l’insegnamento.