Legge 104: permessi in proporzione alle ore?

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Gentilissimo dott. Incampo,
sono un sacerdote, docente di religione per un numero di dieci ore settimanali (in tre giorni). Mio padre è titolare di legge 104 articolo 33. Posso usufruire dei tre giorni mensili? O questi devono essere ridotti in proporzione al numero di ore e in quanti giorni queste ore sono suddivise?
La ringrazio di cuore.

Risposta


Relativamente alla domanda faccio notare che se il genitore si trova nelle condizioni previste dalla legge 104, l’insegnante di religione ha diritto ad usufruire di tutte le agevolazioni previste dalla stessa legge.
Infatti il comma 3 dell’articolo 33 della legge numero 104 del 5 febbraio 1992 così recita: “Successivamente al compimento del terzo anno di vita del bambino, la lavoratrice madre o, in alternativa, il lavoratore padre, anche adottivi, di minore con handicap in situazione di gravità nonché colui che assiste una persona con handicap in situazione di gravità parente o affine entro il terzo grado, convivente, hanno diritto a tre giorni di permesso mensile, fruibili anche in maniera continuativa a condizione che la persona con handicap in situazione di gravità non sia ricoverata a tempo pieno.”
E’ evidente che avendo tu solo 10 ore settimanali i permessi saranno relativi a 10 ore e non a 18 ore settimanali.