Ho diritto o no alla ricostruzione?

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Gentile dr. Incampo, sono a chiedere un Suo consiglio. Lavoro da 7 anni con contratto annuale ad orario ridotto di 14/16 ore settimanali presso la scuola PRIMARIA e dell'INFANZIA. L'Uff. Ragioneria Territoriale di Stato di Lecco non ha autorizzato la mia ricostruzione di carriera adducendo come motivazione che "non ne ho diritto in quanto l'orario inferiore a quello di cattedra non è motivato da RAGIONI STRUTTURALI" La segreteria dell'I.C. presso cui lavoro ha risposto al suddetto Ufficio che ne ho diritto perché è solo per la scuola SECONDARIA che si stipulano contratti con tale dicitura (in accordo con la Curia)e, per delucidazioni, di leggere la ci rc. minist. n°206 del 26.7.90.
E' dal 2009 che sto aspettando la conclusione (positiva per me) della vicenda. Mi hanno detto che in caso contrario dovrò anche restituire gli aumenti datomi co
n relativi interessi. Cosa devo fare?
Ringrazio per la Sua cortese attenzione.

Risposta


E’ opportuno che tu faccia leggere il comma 7 dell’articolo 3 del DPR 399 del 23.8.1988 che ha esteso i benefici “anche al personale con orario settimanale di attività educativa o di insegnamento non inferiore a 12 ore nelle scuole materne ed elementari”.
A differenza dei docenti di scuola secondaria, nella scuola primaria l’anno in cui il docente fa domanda di ricostruzione dovrà essere destinatario di un contratto di non meno di dodici ore settimanali.
La Circolare Ministeriale numero 77 del 24.3.1990 ha chiarito che i quattro anni possono essere stati svolti “anche in modo discontinuo ed ad orario parziale, sia nella scuole materne ed elementari sia nelle scuole secondarie”.