Mi dica cosa posso fare per…

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Gent.mo Prof Incampo, ho avuto il piacere di conoscerla ad *** poco tempo fa. Insegno Religione Cattolica presso un Istituto Comprensivo e specificatamente in una scuola Media inferiore fin dall'a.s.1981/1982 con il diploma di maturità classica,il diploma di Istituto di Scienze religiose e la idoneità dell'Ordinario. Secondo il DPR 16.12.1985,n.751 art.4.6.2 rientro tra gli insegnanti da ritenersi dotati della qualifica necessaria per l'insegnamento della RC poiché con l'anno scolastico 1985/1986 ero in possesso di 5 (Cinque) anni si servizio. Nel 2004 sostengo il concorso a cattedre per gli Insegnanti di religione e nell'anno scolastico 2005/2006 firmo un contratto a tempo indeterminato. Supero, ovviamente, l'anno di prova. Nel Giugno scorso (2009) presento la domanda di ricostruzione di carriera, nella quale, come ritengo esatto, il mio DSGA conteggia tutti gli anni a partire dal 1981 a tutt'oggi,ma il decreto viene contestato dalla Ragioneria Provinciale della Stato, a loro dire dal 1990/91 al 2004/05 io avrei insegnato senza titolo e quindi questi anni sopra indicati avrebbero valore solo ai fini pensionistici e non ai fini di ricostruzione della carriera. Le chiedo, cortesemente, che mi dica cosa posso fare per farmi riconoscere i miei diritti ,indicandomi la normativa di riferimento e citandomi casi analoghi al mio nel quale le Ragionerie di altre provincie o regioni abbiano (come è corretto giuridicamente) riconosciuto noi che abbiamo per legge i 5 anni come titolo di accesso.
Nel ringraziala anticipatamente la saluto con viva cordialità.

Risposta


Ecco quanto dice la Circolare ministeriale numero 43 del 19 febbraio 1992: “A decorrere dall’1/9/1990 i servizi prestati nell’insegnamento della religione cattolica concorrono a determinare la progressione economica di cui trattasi solo se i docenti risultano in possesso dei requisiti richiesti ai punti 4.2, 4.3, 4.4, 4.6.2 dell’Intesa sopra richiamata.”
Il punto 4.6.2 recita così: “Sono in ogni caso da ritenere dotati della qualificazione necessaria per l’insegnamento della religione cattolica:
a) gli insegnanti della scuola materna e della scuola elementare in servizio nell’anno scolastico 1985-86;
b) gli insegnanti di religione cattolica delle scuole secondarie e quelli incaricati di sostituire nell’insegnamento della religione cattolica l’insegnante di classe nelle scuole elementari, che con l’anno scolastico 1985-86 abbiano cinque anni di servizio.