Sono disguidi che capitano quando gli uffici non dialogano

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Gentilissimo prof. Nicola, ho da porti un quesito che forse non riguarda strettamente le tue competenze, ma spero tu possa aiutarmi ugualmente. Ecco in estrema sintesi la mia ultima disavventura:
1. Sono un idr a tempo determinato da 10 anni e, come al solito, alla fine del mese mi sono recato all'ufficio postale per riscuotere lo stipendio.
2. Con grande sorpresa scopro di non poter riscuotere lo stipendio perché è stato stornato per ordine del richiedente (il Tesoro).
3. Prendo atto che una delle scuole in cui insegnavo lo scorso anno ha comunicato al Tesoro che il sottoscritto non ha avuto il rinnovo del contratto nella medesima (l'anno scorso avevo 18 ore in due scuole diverse... e quest'anno ho avuto la nomina di 18 ore ma, naturalmente, su scuole diverse).
4. Il Tesoro interpreta la comunicazione della scuola come la cessazione definitiva del mio rapporto di lavoro e ordina alle poste lo scorporo dello stipendio.
5. Nel frattempo arrivano al Tesoro i nuovi contratti e gli impiegati comunicano alle Poste di non prendere in considerazione la richiesta di storno a mio riguardo, ma ormai le Poste avevano proceduto...
6. Le Poste comunicano al Tesoro che ormai lo storno è avvenuto e non si può tornare indietro.
7. Il Tesoro (così almeno mi hanno detto) provvede a ripristinare la situazione del versamento dello stipendio secondo le stesse modalità degli anni precedenti, però per il mese di settembre, ormai stornato, decidono di versarmi quanto dovuto attraverso un (non so che significa) "pagamento manuale" per mezzo di un bonifico trasmesso all'ufficio postale della mia città con una semplice lettera prioritaria.
8. L'impiegata del Tesoro che ha svolto l'operazione mi comunica che la lettera del bonifico è stata spedita il 5 ottobre.
9. Ad oggi, però, io non ho ricevuto ancora niente.. e gli impiagati dell'ufficio postale della mia città mi hanno fatto notare che i giorni passati dalla spedizione sono un po' troppi... e che sospettano uno smarrimento della lettera contenente il bonifico.
Domanda: Se il bonifico è andato realmente perduto, cosa mi resta da fare? Rischio di perdere lo stipendio di settembre oppure il Tesoro può rimediare il altro modo?
Grazie per il preziosissimo aiuto.
Ciao.

Risposta


Se il bonifico non ti è stato ancora recapitato, dovrai far una comunicazione scritta al Tesoro spiegando quello che ti è successo e chiedendo la corresponsione di quanto dovuto.
Purtroppo sono disguidi che capitano quando gli uffici non dialogano.