Fai la prova a chiederlo tu!

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Caro Nicola,
sono quattro mesi che non aprivo la tua rubrica perché delusa dalle tue affermazioni (non in quanto tali) che differivano sempre da quanto affermava invece il Direttore dell'ISSR; delusa anche perché quanto tu dicevi "si sta risolvendo in maniera positiva" (inteso tra stato e Cei) non si verificava mai la svolta positiva.
Inutile dire quello che penso (che non voglio, ma che invece, oggettivamente è). Religione, fino a quando ci sarà, cioè fino a quando verrà insegnata nelle scuole, sarà sempre espressa in giudizi, per differenziare la sua natura rispetto alle altre discipline. E poi si è differenziata anche da sola, ovvero con l'accordo con Craxi che ha inserito queste stupide opzioni che la scuola, visti anche i tagli recenti,non può offrire.
Religione deve tornare ad essere obbligatorio, salvo la possibilità di esonero per motivi seri, non perché non si ha voglia di fare e tanto si può non fare. E' stata quella la grande umiliazione che si protrae e che continuerà fino a che la materia sarà garantita nelle scuole.
Il resto sono utopie e chiacchiere.
Scusa della durezza ma questa è la realtà, oggettiva.
Saluti.

Risposta


Affinché si possa avverare il tuo desiderio è necessario rivedere il Concordato.
Fai la prova a chiederlo tu!