Scuola paritaria e scuola statale

Fonte:
CulturaCattolica.it©
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Recentemente rispondevi positivamente ad una mia richiesta relativa alla possibilità di aggiungere 6 ore di insegnamento in una scuola paritaria alle 18 ore in ruolo presso una scuola statale arrivando alle 24 ore consentite dal contratto. Altri però mi hanno detto che il completamento a 24 ore è consentito solo se svolto su richiesta della scuola in cui si presta servizio e quindi unicamente al suo interno. Potresti chiarirmi la questione?
Inoltre potresti darmi i riferimenti di legge per cui l’equiparazione della scuola paritaria alla scuola di stato in quanto erogatrice di servizio pubblico, consente a un docente di ripartire la cattedra fra le due tipologie di scuola?
Un ultima domanda: optando per un part-time a 12 ore nella scuola statale è possibile accettare un incarico di 6 ore nella scuola paritaria o è necessario il part-time al 50% (9 ore) per non incorrere nelle sanzioni relative all’incompatibilità?
Scusa la mia insistenza.
Grazie ancora per il preziosissimo servizio che fornisci.
Ciao e buon Anno.

Risposta


Essendo la scuola paritaria equiparata a tutti gli effetti alla scuola statale in quanto erogatrice di un pubblico servizio, è consentito ad un docente prestare servizio ripartendo l’orario cattedra tra la scuola paritaria e quella statale.
La scuola paritaria, proprio perché paritaria, dovrebbe comportasi come la scuola pubblica, ovviamente rispettando i relativi contratti nazionali.
Quanto poi alla possibilità di insegnare per sei ore settimanali anche in una scuola paritaria, ti ricordo che dovrai far richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico della scuola pubblica, dichiarando di voler insegnare per sei ore presso un istituto paritario, impegnandoti all’assolvimento di tutti gli obblighi scolastici.
Come è noto l’istituto del part-time, introdotto nel nostro ordinamento dalla legge numero 554 del 29 dicembre 1988, è stato dilatato anche ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni dalla Legge numero 662 del 23.12.1996.
Nella Circolare Ministeriale numero 33 del 23 gennaio 1998 tra l’altro leggiamo: “L'Istituto in parola, rende possibile, per il personale che presti attività lavorativa non superiore al 50% di quella a tempo pieno, lo svolgimento di altra attività di lavoro subordinato o autonomo.
Questo significa che sicuramente andando in part-time potrai svolgere altra attività e quindi potrai lavorare anche in una scuola paritaria.
Infine ti ricordo che la legge del 10 marzo 2000 n. 62 recante “Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all’istruzione”, regola una realtà, quella rappresentata dalle scuole non statali.