Sono un IdR della diocesi di …

Fonte:
CulturaCattolica.it ©
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Caro prof. Incampo, sono un idr della diocesi di ***.
Desidero sapere quanti anni di servizio pre-ruolo mi verranno considerati ai fini della ricostruzione della carriera e ai fini pensionistici.
Ho iniziato con incarico annuale il 14/11/1987 e da quel giorno ho sempre lavorato. Ho conseguito il magistero in scienze religiose il 19/07/1991. Dal 17/03/1992 al 16/03/1993 ho svolto il servizio militare ( ho avuto la nomina con validità giuridica e al mio posto è stato nominato un supplente). Sono entrato in ruolo con il primo scaglione.
Nel 1998 ho fatto domanda di ricostruzione e nel marzo del 2000 ho trovato nella busta paga gli arretrati e un inquadramento retributivo: cl 9, scadenza stipendio 12/2002.
Dal 1/1/2003 sul cedolino ho trovato cl. 15 scadenza 12/2008. Dal mese di settembre 2005 mi è stata azzerata la classe e hanno aggiunto l'assegno ad personam. Dopo l'anno di prova ho rifatto la domanda ma il mio cedolino continua ad essere sempre uguale. Cosa succederà? cosa debbo fare? Mi verrà assegnata la classe 21?
Ti saluto e ti ringrazio vivamente per il lavoro che svolgi quotidianamente. Pace e bene.

Risposta


Per prima cosa chiariamo che ai fini pensionistici ti verranno riconosciuto tutti gli anni che hai lavorato compreso l’anno che hai svolto il servizio militare.
Ai fini della ricostruzione di carriera, invece, ti verranno riconosciuti solo quelli che hai svolto con il titolo, quindi non ti verrà riconosciuto solo l’anno scolastico 1990/91.
Avendo tu ottenuto il ruolo hai fatto bene a rifar domanda di ricostruzione di carriera.
Non ti resta altro che aspettare come tutti gli altri IdR.