Alla seconda ho l'ora buca

Fonte:
CulturaCattolica.it ©
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Gent. prof. Incampo
sono un insegnante di lettere nella scuola secondaria di primo grado a cui è stata posta un ora buca nel proprio orario, senza che l'ora sia funzionale ad altre ore, nel senso che entro alla prima ora e faccio lezione, alla seconda ho l'ora buca, alla terza sono a disposizione e ho terminato la giornata scolastica.
Ho chiesto in tutti i modi che mi sia tolta l'ora (dato che non è retribuita) ma mi è stato detto da chi ha elaborato l'orario che a tutti i colleghi è stata data un 'ora buca (la diciannovesima ora) e per questo, anche se nel mio orario non è funzionale devo tenerla. Mi può indicare cosa dice la normativa?
Grazie.
Cordiali saluti.

Risposta


Il Dirigente Scolastico ai fini della formulazione dell’orario settimanale delle lezioni deve tener presenti i criteri generali indicati dal Consiglio di Istituto e le proposte presentate dal Collegio dei docenti.
Ti ricordo infine che l’orario delle lezioni deve avere natura didattica, cioè deve tener presente il carico di lavoro degli alunni, contemperandole con le esigenze delle famiglie e degli insegnanti.
Questo significa che potrai far presente al preside solo se il numero delle ore buche dell’orario settimanale di lezione sia eccessivo, cioè superiore a tre.
Il caso prospettato è risolvibile solo ricorrendo al criterio della opportunità e del buon senso.