Tutte le norme precedenti all’autonomia valgono?

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Carissimo professore,
nella mia scuola la Preside vorrebbe accorpare due classi di avvalentesi: la prima classe è formata da 12 alunni avvalentesi, mentre la seconda di 10.
Ho scaricato la tue risposte e gliele ho mostrate, ma la Preside mi ha risposto che tutte le norme precedenti all’autonomia non valgono, ma è lei a decidere.
Cosa possiamo fare?
Grazie come sempre.

Risposta


Tutte le norme di regolamento, di legge, ecc. che non sono state caducate da altre disposizioni di legge o di regolamento rimangono comunque in vigore.
L’autonomia scolastica trae vigore dal DPR 275/99 che è il famoso regolamento sull’autonomia.
In detto DPR viene chiaramente individuato il concetto di autonomia che può essere didattica, organizzativa, gestionale di ricerca e di sviluppo.
Principi che non hanno niente a che vedere con la formazione delle classi e non incidono per niente sugli avvalentesi e non avvalentesi.
Questo significa che la Preside dovrà attenersi alla normativa vigente e quindi alla Circolare Ministeriale numero 253 del 13.8.1987 supportata dalla nota del MPI inviata al Provveditore di Pisa che recita: ha precisato: “…Non sembra consentito all’accorpamento a classi parallele, anche nel caso in cui il numero di alunni per classe avvalentesi dell’insegnamento della religione cattolica sia inferiore a 15”.