Permesso per matrimonio anche a chi viene Ordinato Sacerdote?

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Caro Nicola,
sono un diacono che il prossimo primo novembre, con l’aiuto di Dio, diventerò sacerdote.
Constatata la tua disponibilità vorrei chiederti: perché a chi si sposa spettano i 15 giorni per matrimonio e a chi diventa Sacerdote non è possibile godere di tale diritto?
Non ti sembra un’ingiustizia?
C’è una possibilità per ottenere un permesso del genere per chi viene ordinato?
Grazie.

Risposta


Il comma numero 3 dell’articolo 15 del CCNL 2003 recita: “Il dipendente ha, altresì, diritto ad un permesso retribuito di quindici giorni consecutivi in occasione del matrimonio.”
Questo significa che solo chi si sposa, e non solo la prima volta ma tutte le volte che si sposa, spettano 15 giorni di permesso per matrimonio.
Dal momento in cui è stato istituito il ruolo dell’insegnante di religione cattolica, non appare peregrina l’idea, come nel tuo caso, di poter prevedere un periodo di permesso retribuito in occasione dell’ordinazione sacerdotale.
Faremo presente questa esigenza alla CEI perché nel prossimo contratto venga inserita una clausola di questo tipo.
E noi del sito ci impegneremo, come sempre.