Cursus studiorum

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Caro Nicola, sono *** e ci conosciamo, sia per l’incontro di Oristano del novembre scorso, sia per quello di qualche giorno fa a Roma a Villa Aurelia. Per cominciare ti rinnovo i migliori auguri per un anno pieno di gioia e soddisfazione per te e per i tuoi cari. Vorrei chiederti però delle precisazioni su due cose per me molto importanti: 1. Ho letto la risposta che hai dato ad un collega sulla possibilità o meno di poter prestare il servizio in mensa per gli insegnanti irc della primaria e condivido, con estremo piacere e fermezza la tua risposta, debbo però dirti che nella prassi questo non accade mai, infatti i nostri dirigenti e colleghi di conseguenza, sostengono che l’insegnante irc può solo svolgere lezioni frontali. Ciò premesso passo subito alla prima domanda: come potremmo noi irc rivendicare tale diritto con i nostri Dirigenti? esiste una normativa? cosa ci consigli di fare per fare in modo che concretamente la prassi possa cambiare e si possa essere davvero considerati insegnanti come gli altri? 2. Durante l’incontro di Oristano, se non ricordo male, alla mia domanda su come poter ottenere il nuovo titolo di laurea specialistica 3+2 di Istituto Superiore di Scienze religiose per noi che già possediamo il titolo di Magistero quadriennale, ricordo che tu mi hai risposto, che l’orientamento della CEI probabilmente avrebbe richiesto l’iscrizione all’ultimo anno accademico (presumo il quinto) e l’integrazione di solo 6 esami. Ora, è possibile che io ricordi male, tuttavia mi sono informato all’ISSR di ***, presso cui ho studiato, e mi è stato riferito dal direttore, che l’orientamento è abbastanza prescrittivo, cioè ok i 6 gli esami integrativi, ma per poter solo ottenere la laurea breve (triennale), mentre, per poter ottenere la laurea specialistica quinquennale, occorrerà poi superare integralmente il biennio di specializzazione successivo. Ora, esimio collega, puoi darmi una risposta anche su questo? Ti ringrazio tantissimo e spero di rivederti al più presto di persona. Un caro saluto fraterno.

Risposta


Relativamente alla prima domanda ti faccio notare si prevedeva il caso di un docente di ruolo con orario di servizio inferiore a quello cattedra, per cui si suggeriva la possibilità di utilizzare le ore mancanti per iniziative complementare ed integrative compresa la partecipazione alla vigilanza durante l’ora di mensa.
Quanto poi alla seconda domanda in attesa di posizioni uniformi da emanarsi da parte della CEI, ogni ISSR nella propria autonomia regolamenta il cursus studiorum.