Validità graduatoria

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda


Gentile Dott. Mangiarotti, Le scrivo per chiederLe informazioni circa le graduatorie del concorso per IRC appena pubblicate per conto di una mia parente. Tali graduatorie sono da considerarsi permanenti? Tutti coloro che sono entrati nella graduatoria, nel suo caso, quella della Diocesi di Vicenza (è al 95 e ultimo posto dei promossi), hanno il diritto all'assunzione a tempo indeterminato? In caso di risposta negativa, cosa può succedere? La graduatoria potrebbe venire cancellata da un successivo concorso? L'abilitazione viene mantenuta? Nel caso di conseguimento del diploma ISSR (è prossima a ottenerlo), può presentarlo al fine di migliorare la posizione in graduatoria conseguita con il concorso appena svolto? La ringrazio fin d'ora per la risposta.

Risposta


Il concorso riservato (?) che si sta svolgendo in questi giorni in tutte le Regioni di Italia non è un concorso che rilascia l'abilitazione, ma un concorso che immette in ruolo insegnanti di religione già in servizio ed ha una validità triennale (Cfr. comma 2 articolo 3 della Legge 186/03).
Infatti il comma numero 7 dell'articolo 3 della legge 186/03 così recita: "Le commissioni compilano l'elenco di coloro che hanno superato il concorso, valutando, oltre al risultato delle prove, esclusivamente i titoli di cui al comma 3. Il dirigente regionale approva l'elenco ed invia all'ordinario diocesano competente per territorio i nominativi di coloro che si trovano in posizione utile per occupare i posti delle dotazioni organiche di cui all'articolo 2, commi 2 e 3. Dall'elenco dei docenti che hanno superato il concorso il dirigente regionale attinge per segnalare all'ordinario diocesano i nominativi necessari per coprire i posti che si rendano eventualmente vacanti nelle dotazioni organiche durante il periodo di validità del concorso."