Abbiamo detto... Gli Editoriali

Un grande Papa ci ha lasciato. Il suo ricordo infiamma i nostri cuori

Non posso dimenticare la visita straordinaria alla Diocesi di San Marino-Montefeltro, che ho potuto commentare alla TV di San Marino in diretta, grazie alla attenta cura della Direttrice di allora, Carmen Lasorella, e riprendere la consegna che Egli ci ha fatto: “Esorto tutti i fedeli ad essere come fermento nel mondo, mostrandovi sia nel Montefeltro che a San Marino cristiani presenti, intraprendenti e coerenti”. L’impegno in questa fedeltà potrà ridare alla nostra Chiesa e alla Repubblica il suo volto nella continuità col nostro fondatore e patrono.

In questo giorno ricorre il primo anniversario della morte di Mons. Luigi Negri, Vescovo di San Marino – Montefeltro. E per me grandissimo amico, fin dai primi giorni del settembre 1963, quando a Varigotti, nella 10ª settimana studenti di Gioventù Student...

Ultime news

La famiglia è indispensabile per educare

Appunti in margine di una bella serata, con Padre Carbone e Giusy D'Amico

Possiamo partire, per rendere ragione dell’importante incontro sulla «Emergenza educativa. Di fronte alla minaccia della “colonizzazione” ideologica e culturale: un patto di corresponsabilità scuola-famiglia», dal Vangelo di questa domenica 22 gennaio. Si...

Ultime news

Io, Benedetto XVI e l’autodemolizione dell’Occidente. [Nostra] intervista esclusiva a Marcello Pera

Pubblichiamo questa intervista di Don Samuele Cecotti a Marcello Pera, come autentico contributo a un dialogo che sappia riconoscere la grandezza del Papa Benedetto XVI e le prospettive di una autentica ripresa di quella «fede che deve diventare cultura» se vuole mantenersi come prospettiva umana per ogni uomo. Grati all'Osservatorio Card. Van Thuân sulla Dottrina sociale della Chiesa

L’ultimo giorno dell’anno civile - giorno in cui la Chiesa celebra san Silvestro, il Papa di Costantino e del Concilio di Nicea - papa Benedetto XVI concludeva il suo pellegrinaggio terreno. Con la morte di Benedetto XVI, non solo ci lascia un fine teolo...

Ultime news

Ci siamo assuefatti alla censura

Il monopolio della informazione, dalle realtà più piccole ai grandi network, rende spesso impossibile accorgersi del grande inganno, del soffocamento della libertà

«Ci siamo assuefatti alla censura», così Giulio Meotti racconta della tragedia della cultura occidentale che non ha saputo accogliere il grande insegnamento di Papa Benedetto. Ma questa indifferenza di fronte alla libertà di espressione sembra tacitata d...

Abbiamo detto... Gli Editoriali

La divina sproporzione del Presepio

L'amico Alfredo Tradigo mi invia questa bella riflessione sul Presepio: «Il presepio è nato “vivente”, con i suoi figuranti, uomini e donne e bambini che a Greccio, nell’anno del Signore 1223, sotto l’impulso di Francesco d’Assisi mettevano in scena per la prima volta la sacra rappresentazione della Natività.»

Il presepio è nato “vivente”, con i suoi figuranti, uomini e donne e bambini che a Greccio, nell’anno del Signore 1223, sotto l’impulso di Francesco d’Assisi mettevano in scena per la prima volta la sacra rappresentazione della Natività. Presepe vivente, ...

Il Tesoro di CL

«Scuola GS» 1962/63: il seme della nostra esperienza

«Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li riconoscerete.» (Mt 7, 15-20)

Il recente intervento di Papa Francesco nell’incontro con il Movimento di Comunione e Liberazione mostra la stima e l’interesse della Chiesa per il carisma donato a don Giussani e che ha affascinato e mosso un numero straordinario di persone, giovani e ad...

Il Tesoro di CL

Il «Raggio»: metodo originale dell’incontro

Così don Giussani ricorda l'esperienza del «raggio»: «Il “raggio”, che era il raduno settimanale a cui la comunità d’Istituto invitava tutti i compagni, fu la prima cellula dell’organismo che si è sviluppato. Padre Cocagnac, allora direttore dell’autorevole “ Vie spirituelle” ebbe a dire, di passaggio a Milano, di non aver veduto nulla di simile in tutta Europa, in quanto a novità d’impostazione ed efficacia educativa. La caratteristica fondamentale del “raggio” consisteva nel paragone che i ragazzi erano invitati a compiere tra il tema riportato dall’ordine del giorno, che poteva esser tratto da vicende emerse a scuola, o sui giornali, o riguardare passaggi esistenziali fondamentali per la loro età, e la propria esperienza vissuta. I problemi venivano dunque affrontati non sulla base di una dialettica teorica e astratta, ma facendo emergere i criteri e gli ideali già verificati in un’esperienza. Veniva così corretta qualsiasi fuga sentimentale e la identificazione della religiosità della vita in un discorso.» [Il cammino al vero è una esperienza, pp. X-XI]

Il Raggio (I parte) 1. La vita si esprime attraverso le manifestazioni. Dalle reazioni e dalle azioni che una realtà compie, se ne riconosce la natura. Ciò è vero soprattutto per ogni realtà che abbia dentro uno spirito, una vita. Anche per l’animale e...

Il Tesoro di CL

«Scuola GS» 1962/63: G.S. - Movimento educativo

G.S. si propone proprio come strumento educativo di questo momento della nostra vita, cioè come movimento aderendo al quale in questi anni decisivi cresciamo nella sensibilità e nella comprensione della vita della Comunità Cristiana

7 Premessa. Abbiamo detto la volta scorsa che il seguire è la direttiva fondamentale per vivere la comunità. La comunità normalmente usa degli strumenti educativi, ed è attraverso questi che noi realizziamo quella direttiva. G.S. si propone proprio c...

Moderna

William Shakespeare - Re Lear 1 - Il Teatro nel Seicento

Shakespeare appartiene ad un’epoca dinamica, che dalla fine del ‘500 si prolungherà lungo il secolo successivo, vivace in campo economico e sociale e al tempo stesso attraversata da forti inquietudini

RE LEAR di William Shakespeare ed. Rizzoli traduz. Ugo Dettore,1951 Presentazione critica a cura di Donata Conci Il Re Lear di William Shakespeare è una delle più grandi tragedie scritte dall’Autore. Prima di affrontare il testo vogliamo richia...

Moderna

Re Lear 2 - Vita e opere di Shakespeare

Dal punto di vista strettamente biografico, di Shakespeare si sa ben poco. Innumerevoli fatti e aneddoti circolano, com'era facile prevedere, intorno alla sua figura, aneddoti per lo più destituiti di ogni fondamento.

La Vita Sulla vita di Shakespeare si è aperta e continua a rinnovarsi una sconfinata bibliografia tesa a rimettere in discussione e a verificare. Dal punto di vista strettamente biografico, di Shakespeare si sa ben poco. Innumerevoli fatti e aneddoti...

Corriere dei PiccoliFather & Son

DI NATALE CE N’È UNO

Propongo cinque appunti come seguito del mio articolo sul Natale di dieci anni fa. In esso “me la prendevo” con il celebre Canto di Natale di Dickens (1843), grazie al quale il Natale divenne per molti (benestanti) la Festa della Bontà, il cui fine era -ed è ancora oggi- promuovere l’altruismo nei confronti dei moltissimi (emarginati), senz’altra ragione se non quella di mettere a posto la propria cattiva coscienza. L’autore ottenne così di spostare l’attenzione dei lettori e dell’intera società civile dal ricevere al dare.

Propongo cinque appunti come seguito del mio articolo sul Natale di dieci anni fa. (1) In esso “me la prendevo” con il celebre Canto di Natale di Dickens (1843), grazie al quale il Natale divenne per molti (benestanti) la Festa della Bontà, il cui fine e...

Scaffali

Santiago Cantera Montenegro, OSB - La crisi dell’Occidente. Origini, attualità e futuro, Cantagalli

«L’Europa – Cos’è essa propriamente? Questa domanda è stata sempre nuovamente posta, in maniera espressa, dal cardinale Józef Glemp in uno dei circoli linguistici del Sinodo Episcopale sull'Europa: dove comincia, dove finisce l’Europa? … Europa solo in maniera del tutto secondaria è un concetto geografico: l’Europa non è un continente nettamente afferrabile in termini geografici, è invece un concetto culturale e storico.» [J. Ratzinger] Invito alla lettura. Nell'articolo anche la possibilità di leggerne un estratto e di acquistarlo scontato e con spese di spedizione a carico dell’editore

Raccomando con passione questo testo di Santiago Cantera Montenegro, perché il tema trattato ci riguarda, e in CulturaCattolica.it abbiamo dato da tempo voce alla riflessione sull’Europa, con i preziosi contributi del compianto Giorgio Salina (collaborato...

Scaffali

Chantal Delsol “La fine della cristianità e il ritorno del paganesimo”

Edizioni Cantagalli. Presentiamo questo libro nella certezza che si tratta di un contributo che può e deve realizzare un confronto e un dialogo tra coloro che hanno a cuore le sorti dell'uomo e della civiltà. Nell'articolo anche la possibilità di leggerne un estratto e di acquistarlo scontato e con spese di spedizione a carico dell’editore

Dobbiamo essere grati all’Editore Cantagalli, perché la pubblicazione del testo di Chantal Delsol, “La fine della cristianità e il ritorno del paganesimo”, introduce un tema di cui è sempre più necessario parlare, dialogare, riflettere. Così l’Editore ...

Abbiamo detto... Gli Editoriali

Da CL (e dalla Chiesa) di più, molto di più

Il discorso del Papa a CL ci interroga per il nostro impegno di vita ecclesiale. Possiamo parlarne

Sabato 15 ottobre tutti tramite i media hanno potuto vedere le immagini davvero splendide dell’incontro di sessanta mila ciellini con il Santo Padre Francesco, nella cornice di una piazza San Pietro piena di sole e di cielo azzurro. La bellezza dei canti ...

Chesterton: il pensiero

Il pensiero di Chesterton - Il Cristo 3 - La pretesa di essere Dio

Quanto più un uomo è sinceramente religioso, tanto più sente la distanza infinita che lo separa dal Dio, la sua sproporzione rispetto al divino. Nessuno spirito autenticamente religioso può nutrire una pretesa tale, che è appannaggio della follia più insana. Il paradosso consiste però proprio in questo: che Cristo ebbe questa pretesa e d'altra parte gli stessi Vangeli che attestano la sua pretesa ce lo dipingono come un uomo intelligente e buono, più intelligente e buono della media dell'umanità.

La seconda caratteristica del Cristo dei Vangeli è la sua particolare intelligenza, una profondità di spirito e una capacità dialettica che confondono i nemici (si pensi per esemplificazione alle sue risposte nell'episodio del tributo a Cesare, o a quello...

I nostri preferiti

Casotto, Ubaldo - Don Alberto Zanini - Per rifare un popolo a Dio

ALBERTO ZANINI - PER RIFARE UN POPOLO A DIO Lettere, omelie e testimonianze redatte da Ubaldo Casotto – Mimep Docete 2022 (nuova versione aggiornata) - € 15,00

Monsignor Filippo Santoro, parlando alla Scuola di comunità di CL il 9 febbraio 2022, così si esprimeva: “È questo il cammino che abbiamo imparato nella Chiesa e vivendo nel movimento la compagnia di persone che hanno vissuto per la gloria umana di Cristo...

I nostri preferiti

Joseph Ratzinger - Benedetto XVI, La vera Europa. Identità e missione

In libreria dal 16 settembre 2021. Cantagalli 2021 € 19,00. Assolutamente da non perdere

Afferma Benedetto XVI: «Il movimento ecologico ha scoperto il limite di quello che si può fare e ha riconosciuto che la “natura” stabilisce per noi una misura che non possiamo impunemente ignorare. Purtroppo non si è ancora concretizzata “l’ecologia del...

Medievale

Percorsi educativi nella Divina Commedia

Corso di aggiornamento per insegnanti delle scuole medie superiori Come la scala tutta sotto noi fu corsa e fummo in su ’l grado superno, in me ficcò Virgilio li occhi suoi, e disse «Il temporale foco e l’etterno veduto hai, figlio; e se’ venuto in parte dov’io per me più oltre non discerno. Tratto t’ho qui con ingegno e con arte; lo tuo piacere omai prendi per duce; fuor se’ de l’erte vie, fuor se’ de l’arte. Vedi lo sol che ’n fronte ti riluce; vedi l’erbette, i fiori e li arbuscelli che qui la terra sol da sé produce. Mentre che vegnan lieti li occhi belli che, lagrimando, a te venir mi fenno, seder ti puoi e puoi andar tra elli. Non aspettar mio dir più né mio cenno; libero, diritto e sano è tuo arbitrio, e fallo fora non fare a suo senno: per ch’io te sovra te corono e mitrio»

La sapienza pedagogica della Divina Commedia è come un pozzo senza fondo: mai si finisce di scoprirla. Nel Poema c’è un percorso educativo fondamentale, ed è quello che compie Dante, percorso nel quale convergono quelli di tante anime che incontra; e ...

I nostri preferiti

Con Giussani. La storia e il presente di un incontro

È un libro fondamentale per conoscere e approfondire la figura di mons. Luigi Giussani attraverso la memoria di una persona, mons. Luigi Negri, che ha condiviso con lui, fin dai primi giorni, la storia del Movimento di Comunione e Liberazione

Sono pagine nelle quali l’autore si sofferma in modo particolare sull’incontro avvenuto con don Giussani alla fine degli anni Cinquanta, nelle aule del liceo Berchet. Una memoria carica di ricordi personali e, soprattutto, di una «gratitudine, commossa e ...

Vita e Dramma

Maïti. Resistenza e perdono 4 - La liberazione e il perdono

Il libro di Maïti non è solo una storia di perdono. E’ più profondamente una storia d’amore. L’Autrice infatti ci conduce nel suo proprio cuore, nelle battaglie e nelle gioie che l’hanno attraversato, per svelarci il suo cammino di amore a Cristo, a ogni uomo e a tutta la realtà, anche quando essa appare deludere i propri desideri.

La liberazione e il perdono In una gelida notte dell’inverno del 1944 si sentì un rumore provenire dal giardino, poi una specie di fruscio, poi ancora un rumore di passi sempre più vicino. Con un’incursione improvvisa apparvero alcuni uomini, svizzeri ...

Vita e Dramma

Maïti. Resistenza e perdono 3 - L'arresto e le torture

Iniziarono i giorni trascorsi nell’angoscia e nello spavento... "La vita eterna, spiegavo, non è affatto una bella favola utile per far ingoiare la pillola della morte. E’ la garanzia di poter arrivare fino al fondo ultimo, di sapere perché, e soprattutto per chi siamo fatti. E’ una relazione con Dio e con gli altri che non conoscerà più limiti, impedimenti, delusioni... Questo incontro con Chi ci ha creato sarà la cosa più importante, più sconvolgente della nostra esistenza. Allora non manchiamo questo appuntamento e prepariamoci. Ditemi se qualcuno dei nostri carnefici potrà mai distruggere questa speranza se è solidamente ancorata dentro di noi"

L'arresto Una sera d’autunno del 1943, Maïti ventenne, mentre rientrava a Parigi con la sua bicicletta, venne fermata e circondata da due soldati tedeschi. “Rientrare a casa mia non è un crimine” “Spiegherete tutto questo al commissariato” “Sono pro...

Medievale

Dante e Petrarca

Denso ed interessante il libro Da Petrarca a Dante. Un viaggio nella cultura moderna alla ricerca delle fonti, pubblicato da Giovanni Casoli, per i tipi di Città Nuova, ormai più di dieci anni fa; una lettura che oggi per noi, alla luce degli ultimi inter...

Medievale

Il quattordicesimo canto del Purgatorio

LECTURA DANTIS fatta nella Chiesa di Polenta (presso Forlì) Non si può non rilevare che lo sdegno e la commozione che Dante esprime attraverso i due gentiluomini, in modo particolare attraverso Guido (e che esprimerà attraverso un uomo di corte, Marco Lombardo, nel celebre canto XVI) hanno anche una radice autobiografica: della corruzione dei Signori l’esule bisognoso, a cui viene fatto pesare il pane che mangia, ha fatto personalmente una bruciante esperienza; così come con immensa gratitudine ha sperimentato l’ospitalità di quei pochi che, legati ancora agli antichi costumi, l’hanno accolto (gli Scaligeri, i Malaspina, i signori di Ravenna). Ma al di là della vicenda personale, sono i suoi convincimenti politici, morali, religiosi che gli dettano questi versi

Occorre fare alcune considerazioni generali come premessa all’interpretazione del canto. È noto che la più importante acquisizione della critica degli ultimi decenni è che Dante è al tempo stesso “auctor” e “agens”, scrittore e personaggio; che anzi è l...

Medievale

Il Paradiso di Dante

L'avventura umana nel Paradiso di Dante Come non ricordare qui almeno lo splendido inizio del canto XXI del «Purgatorio»? «La sete natural che mai non sazia/ se non con l'acqua onde la femminetta/ samaritana domandò la grazia/ mi travagliava..." Nel «Paradiso» l'esaltante esperienza di questa corrispondenza aumenta man mano che egli sale; si pensi ad esempio all'inizio stupendo del canto XXVII: «"Al Padre, al Figlio, a lo Spirito Santo"/ cominciò "gloria!" tutto il paradiso,/ sì che m'inebriava il dolce canto./ Ciò ch'io vedeva mi sembrava un riso/ de l'universo; per che mia ebbrezza/ intrava per l'udire e per lo viso./ Oh gioia! oh ineffabile allegrezza!/ oh vita integra d'amore e di pace!/ oh sanza brama sicura ricchezza!"»

Prima di affrontare l'avventura meravigliosa del «Paradiso» occorre fare una premessa: non è facile oggi comprendere tale esperienza, per vari motivi. Innanzitutto perché la comprensione avviene non appena per un impegno dell'intelligenza, ma soprattutt...

Medievale

Il canto XXV del Paradiso di Dante

LECTURA DANTIS fatta nella Chiesa di Polenta (presso Forlì)

È un vero e proprio esame di maturità quello che Dante è chiamato a sostenere davanti a San Pietro, a San Giacomo, a San Giovanni, i tre apostoli prediletti che Gesù volle come testimoni della trasfigurazione sul monte Tabor e della resurrezione della fig...

Europa: radici e memoria

Genealogia dell'identità europea

Ecco perché noi non siamo il Far West dell’Asia, l’estremo occidente contrapposto all’estremo oriente. Abbiamo un’identità, una unità, un destino del tutto peculiari, abbiamo le nostre idiosincrasie, i nostri caratteri e anche i nostri difetti e i nostri limiti. Apparteniamo all’Europa per un paradosso della storia, non per una legge della natura

Ci chiamano, e noi stessi ci chiamiamo, Europei, tuttavia forse neppure confusamente avvertiamo che la nostra appartenenza all’Europa è ben diversa dall’appartenenza di qualunque uomo e di qualunque popolo a uno qualunque degli altri continenti i cui nomi...

Europa: radici e memoria

Europa. I suoi fondamenti spirituali ieri, oggi e domani

L'idea di Europa, per riscoprirne le radici. Un magistrale intervento del Card. Ratzinger

L'Europa - Cos'è essa propriamente? Questa domanda è stata sempre nuovamente posta, in maniera espressa, dal cardinal Józef Glemp in uno dei circoli linguistici del Sinodo Episcopale sull'Europa: dove comincia, dove finisce l'Europa? Perché ad esempio l...

Contemporanea

"La tregua" di Primo Levi 1- Levi scrittore poliedrico

"La memoria di Primo Levi, trasmessa dalla sua testimonianza di vita e dai suoi scritti, costituisce, in questo anno centenario della sua nascita, un patrimonio prezioso e insieme una riserva etica e di umanità a disposizione di tutti”. (S. Mattarella)

Premessa Il 21 febbraio 2019 il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, commemorando il 75° anniversario della partenza del primo convoglio diretto ad Auschwitz carico di italiani ebrei, così ha ricordato lo scrittore Primo Levi nel messaggi...

Contemporanea

“La boutique del mistero“ di Dino Buzzati 1 - Il titolo

“La boutique del mistero” di Dino Buzzati è una raccolta, edita da Mondadori nel 1968, di 31 racconti scelti dall’autore stesso tra i volumi già precedentemente pubblicati “nella speranza di far conoscere il meglio di quanto ho scritto”. Questa sce...

Contemporanea

Giuseppe Ungaretti, un grande dimenticato 1 - La linea perdente

Il 2 giugno 2010 cadeva il 40° anniversario della morte di Giuseppe Ungaretti, una delle voci più importanti della poesia del ‘900. Un grande silenzio stampa ha accompagnato questo anniversario. Vorrei dunque ridare voce da queste pagine a un personaggio che sia come poeta sia come uomo ha lasciato un’eredità che merita di essere conosciuta e ricordata.

Poesie e prose: mentre Ungaretti è conosciuto come poeta, in realtà val la pena di sapere che ha scritto una messe enorme di scritti in prosa (saggi, interventi, lezioni, traduzioni, resoconti di viaggi…) ora raccolti nei Meridiani di Mondadori; anche nel...

Mostre

Mostre

Mostre Maggio 2022

Con questo articolo si chiude la mia lunga collaborazione con CulturaCattolica.it. Ringrazio tutti quelli che mi hanno seguito, soprattutto tutti coloro che mi hanno dato suggerimenti. Ringrazio di cuore don Gabriele per la stima e la fiducia concessami in questi lunghi anni.

Con l’inizio della bella stagione inoltrata proponiamo una serie di mostre. Le nostre proposte cominciano da Aosta. Presso il Centro Saint-Bénin si può visitare l’esposizione Robert Doisneau, una grande retrospettiva sul celebre fotografo francese. Le 12...

Mostre

Mostre Aprile 2022

Poche le segnalazioni per aprile, ma di grande interesse, quasi un focus sull’arte modera e sulla fotografia.

Cominciamo da Stupinigi (To). Presso la Palazzina di caccia è allestita una mostra che parte dal progetto “ANIMALS”, progetto che ha origine nel 1992 quando, Steve McCurry (1950) svolge una missione nei territori di guerra nell’area del Golfo per document...

ImmagineGiorno per giornoIl calendario del 29 Gennaio

Eventi ▪ 1856 - La regina Vittoria del regno Unito istituisce la Victoria Cross, la più alta onorificenza militare assegnata per il valore "di fronte al nemico" ai membri delle forze armate di alcune nazioni del Commonwealth e di alcuni territori dell'...

Da ricordare29 gennaio - EMILIO ALESSANDRINI (Penne, 30 agosto 1942 – Milano, 29 gennaio 1979) assassinato, a Milano, da Prima LineaL’omicidio di Alessandrini – 39 anni, sposato con un figlio – segna un’escalation del terrorismo che sembra senza fine: 10 morti nel 1976, 13 nel 1977, 35 nel 1978. L'omicidio colpisce l’opinione pubblica: EMILIO ALESSANDRINI è uno dei magistrati più stimati del Tribunale di Milano. Nel corso della sua carriera si è occupato delle inchieste più scottanti: quelle sul terrorismo di sinistra, sugli scandali finanziari legati al Banco Ambrosiano, sui servizi segreti deviati ma soprattutto quella sulla “madre di tutte le stragi”, l’attentato alla sede della Banca Nazionale dell’Agricoltura di Piazza Fontana a Milano, il 12 dicembre 1969. È lui, insieme ai colleghi Gerardo D’Ambrosio e Luigi Fiasconaro, a riprendere in mano nel 1972 l’inchiesta sulla strage, imboccando la pista della destra eversiva.

Tutto parte dal rinvenimento presso l’Ufficio Affari Riservati del Ministero degli Interni, di alcuni frammenti di una delle borse usate per gli attentati del 12 dicembre. Grazie a questi reperti i magistrati risalgono al negozio dove sono state vendute l...

I Promessi SposiIntroduzione ai Promessi SposiRiflessioni su personaggi ed episodi de "I promessi sposi". «Desidero perciò proporre una lettura dei Promessi sposi che aiuti realmente i lettori a riconciliarsi con questo capolavoro che la riduttività dell'attuale didattica ha trasformato in un polveroso soprammobile».

...E' stato detto che l'opera d'arte viene completata dal cuore di chi ne usufruisce perché riesce a guardarla con cuore commosso e non con un atteggiamento semplicemente riverente. E la commozione, - che è un con-muoversi, un con-dividere le stesse emozi...

Cristiani perseguitati. Memoria e preghiera2023 01 25 IL RAPPORTO OPEN DOORS 2023 IL RAPPORTO OPEN DOORS 2023 NIGERIA - Sacerdote bruciato vivo CONGO RD - Attentato nella chiesa pentecostale MALI - Il dramma del villaggio di Douna minacciato dai jihadisti MYANMAR - Distrutta dall'esercito l'antica chiesa cattolica dell'Assunzione INDIA - Indù a caccia di cristiani, migliaia in fuga dai villaggi

IL RAPPORTO OPEN DOORS 2023 Uscita la World Watch List 2023. Più di 360 milioni di cristiani subiscono alti livelli di persecuzione per la loro fede. In un anno 5.621 gli uccisi, 4.542 arrestati senza processo, 5.259 rapiti. Nel complesso c’è un au...

Cristiani perseguitati. Memoria e preghiera2023 01 11 Difendiamo i cristianiBURKINA FASO - Assassinato un sacerdote cattolico. Popolazione in fuga. INDIA - Atti vandalici in una chiesa cattolica nello stato di Chhattisgarh GERUSALEMME - estremisti ebraici profanano cimitero cristiano sul Monte Sion

BURKINA FASO - Assassinato un sacerdote cattolico nel nord-ovest del Paese Ucciso un sacerdote cattolico in Burkina Faso. Don Jacques Yaro Zerbo, è stato assassinato lunedì 2 gennaio da uomini armati non identificati. Secondo un comunicato pervenuto ...

Domande e RisposteConcorso da abilitati

Domanda Gentile professore, vi sono novità in merito al concorso? Grazie. Risposta Non c’è nessuna novità, se non la certezza che i concorsi voluti dai pensatori non si faranno. Si sta lavorando ad un concorso da abilitati non selettivo.

Domande e RisposteScelta IRC: norma

Domanda Buonasera, Dott.Incampo. C'è un limite di tempo per chiedere di non avvalersi dell'IRC e quali sono i riferimenti normativi? Ovvero, è possibile chiedere di non avvalersi ad anno scolastico inoltrato o dopo la pagella trimestrale o addirittur...

Domande e RisposteDa quando parte il congedo?

Domanda Gent.mo prof. Incampo Desidero chiedervi una consulenza. Mia figlia è nata l'8 novembre 2022. Mia moglie, insegnante anche lei di Religione cattolica, ha chiesto il congedo parentale dal 9 febbraio 2023. La sua scuola sostiene invece che il co...