Domenica IX ordinaria anno A

6 marzo 2011
Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Tempo per annum"

Preghiera dei fedeli

Introduzione del celebrante

La nostra comunità riunita prega insieme e presenta le domande e invocazioni al Signore Gesù

1. Signore Gesù, donaci di rimanere piantati sulla salda roccia della Chiesa, nella fede e carità, per avere parte alla tua gioia insieme con tutti i nostri fratelli,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

2. Signore Gesù rendici lieti di essere cristiani e di vivere nella Chiesa, insieme con quanti ci testimoniano la verità e la bellezza della fede, ascoltando il nostro Papa Benedetto
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

3. Libera dal male il nostro mondo o Signore. Ti preghiamo per le persone e i popoli in cerca di libertà e pace, per la Libia e per tutta l’Africa,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

4. Ti affidiamo o Signore, la nostra comunità parrocchiale, i sacerdoti che ci hanno servito e quelli che ci servono. Sostieni il nostro desiderio e la nostra decisione di amarti e seguirti,
Noi ti preghiamo: ASCOLTACI O SIGNORE

Conclusione del celebrante
Guarda o Signore Gesù il bisogno del nostro cuore e corrispondi con l’abbondanza della tua misericordia.

Spunto della festa

Il prolungarsi del tempo ordinario, con questa ultima domenica, ci fa arrivare all’ultima tappa del discorso della montagna. Metterlo in pratica, dopo averlo ascoltato, stabilisce sulla roccia la nostra vita. Non è una questione di coerenza, nel senso che se non ce la facciamo a mettere in pratica tutto è perduto. Si tratta di avere una tensione positiva, cioè un desiderio forte per seguire la volontà del Signore. Per questo, è proprio necessario stare attaccati a Lui, alla roccia… Come la roccia accanto al lago di Tiberiade, come la pietra dove è stato appoggiato Gesù morto, nella Chiesa del Santo Sepolcro. Ora stiamo attaccati a Gesù stando attaccati al luogo della Sua Presenza, che è la Chiesa.