Angelini, Madre Ignazia - Mentre vi guardo

Einaudi, € 14,50
Autore:
Mocchetti, Giovanni
Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Scaffali"

“...Siamo una comunità che mette a tema l’imperfezione, nel senso che ogni giorno ricominciamo da capo, partiamo dall’imperfezione che è capacità di vita: anche se per trent’anni, magari, compi gli stessi gesti, ogni giorno devi ricominciare da capo, come se dovessi impararli di nuovo…dice la regola di San Benedetto: essere sempre dei principianti a partire dalla Parola… sono entrata a 19 anni a Viboldone nel 1964, fu la percezione di una realtà che si giocava dentro una comunità di donne limitate, piene di difetti, confuse ma aperte al venire di Dio. C’era e c’è un Oltre che mi attirava. Nelle scelte fondamentali della vita che si fanno in gratuità è possibile percepire cosa sia il Mistero...”. Così Ignazia racconta la sua esperienza nella sua comunità di clausura. Il fatto che colpisce di più è come essa sia dentro alla realtà più di quanto il nostro radicato pregiudizio possa pensare (“sono donne fuori dal mondo”). Per esempio, essa dice che il progetto educativo della loro vita comune è la lotta contro le passioni, la ricerca dell’autenticità dell’umano, lo smontare con l’umorismo l’ipocrisia religiosa fatta di riti e di false aspettative. Tutto ciò dentro un quotidiano e costante sentirsi abbracciate da Dio per poter “essere in relazione” vera con le consorelle, con le persone che bussano alla porta del convento “…Noi costruiamo umanamente in verità, a misura di come costruiamo rapporti veri…”