Il presidente USA Trump contro l'aborto al nono mese

"Per difendere la dignità di ogni persona chiedo al Congresso di approvare una legge che proibisca l'aborto a tardo termine dei bambini, che possono sentire dolore nel grembo materno".
Curatore:
Leonardi, Enrico
Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Ultime news"

Il presidente Trump ha così parlato delle recenti leggi di NYC e della Virginia sul tema dell'aborto durante il discorso dello Stato dell'Unione al Congresso americano.
"Non c'è più grande contrasto che la bellissima immagine di una madre che regge il suo bambino infante e le cose agghiaccianti che la nostra nazione ha visto in questi ultimi giorni. I legislatori di New York hanno celebrato con gusto quando hanno firmato la legge che permette di strappare un bambino dal grembo materno pochi momenti prima della nascita. Questi sono bellissimi bambini che vivono e che non avranno mai l'opportunità di condividere il loro amore e i loro sogni con il mondo. E poi abbiamo il caso del governatore della Virginia che ha dichiarato che ucciderebbe un bambino dopo la nascita. Per difendere la dignità di ogni persona chiedo al Congresso di approvare una legge che proibisca l'aborto a tardo termine dei bambini, che possono sentire dolore nel grembo materno". A questo annuncio è seguita una standing ovation da parte dei deputati repubblicani, ma quello che ha colpito sono le immagini di tutte le donne deputate democratiche, tutte vestite di bianco per richiamare la difesa dei diritti delle donne, che sono rimaste immobili all'annuncio, senza alcuna eccezione, come soldatesse che debbano obbedire ad un ordine, o meglio ad una ideologia che non può confrontarsi nemmeno con la realtà.
Trump ha continuato dicendo: "Lavoriamo insieme per creare una cultura che si prende cura della vita nascente e riaffermiamo la fondamentale verità che tutti i bambini, nati e non nati sono stati fatti a immagine di Dio".

Luca e Paolo Tanduo