Il popolo della vita c’è!

Autore:
Paniccia, Antonella
Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Ultime news"

Il popolo della vita c’è!

Sora, 3 novembre, ore 18,30. Corso Volsci è immerso nell’atmosfera crepuscolare del sabato: è da poco terminata la messa prefestiva ma i fedeli si guardano bene dall’andare via. Lentamente, si accalcano dinanzi all’ingresso dell’antica chiesa di San Bartolomeo Apostolo. Attendono. Molti passanti si fermano a curiosare, hanno notato che c’è uno strano movimento oggi. La folla aumenta mentre, pian piano, guidati dalle catechiste, arrivano gioiosi i bambini e si dispongono in corteo. Quelli in prima linea mostrano striscioni con la scritta: “LA VITA È UN’AVVENTURA: VIVILA!” e con tanti altri pensieri di Madre Teresa di Calcutta. Nelle loro mani stringono lunghi fili con palloncini colorati e fiaccole accese, ma ciò che brilla ancor più sono i loro occhi illuminati dall’ansia della festa. Una festa rinviata di tre giorni a causa della pioggia incessante, ma i bambini, si sa, non desistono ed hanno fortemente desiderato partecipare a questa decennale “Festa della Luce”. Don Donato, al microfono, comincia a scandire le note del celebre ritornello “Ti ringrazio, o Signor, per le cose che il tuo amore ogni giorno ci dà” ed invita tutti i presenti ad unirsi al coro... La sua voce, forte e decisa, ha il potere di coinvolgere tutti: così, adulti, bambini, giovani e anziani si uniscono al coro che inneggia alla vita. E’ uno spettacolo formidabile, più di trecento persone! Il lungo e colorato corteo si snoda per le vie della città dirigendosi verso il borgo antico di Sora, un luogo che richiama alla memoria nostalgie e storie di tempi passati. E’ una manifestazione coinvolgente, è emozionante vedere questa folla composta e gioiosa che canta mentre, ordinatamente, percorre il tratto di strada che costeggia il fiume Liri, silenzioso e magnifico testimone di questa bella avventura. … “Chi è la Vita?” grida don Donato… “La Vita siamo noi!!!!” rispondono in coro… “Chi è la Luce???...” “La Luce siamo noi!!!” rispondono i bambini alzando le fiaccole. E don Donato: “Gridiamolo più forte!!!”… E’ un’immagine stupenda, un inno alla vita e alla gioia, un momento che ti riempie il cuore… sei felice di esserci anche tu! La festa si conclude in piazza san Rocco, con caldarroste e coca cola per tutti i bambini, mentre centinaia di palloncini vengono lasciati liberi e, come preghiere, volano in alto nel cielo. Grande, il nostro arciprete parroco: perfettamente controcorrente con la moda e con le macabre sfilate di Halloween, dotato di grande carisma con i bambini e i giovani, instancabile sostenitore della cultura della vita, in prima linea per la difesa della famiglia. “Vi prego di non allontanare i vostri figli, i vostri nipoti dalla strada di Dio” ha ammonito oggi, durante l’omelia, in una chiesa gremita di fedeli… “Ve lo chiedo con il cuore perché tengo molto alla vita di questi ragazzi… e tutti avete potuto notare in questi giorni le nefaste conseguenze delle feste di Halloween!”. E, come ogni anno, il 31 ottobre Mons. Donato Piacentini ha predisposto una veglia di Adorazione al Santissimo Sacramento in riparazione dei tanti oltraggi che si compiono nella notte delle tenebre. Dalle ore 22,00 la veglia si è protratta per tutta la notte fino alle sette del mattino: c’è stata una partecipazione intensa e commovente, con tanti giovani e gruppi di preghiera. E’ stato un voler essere accanto a Gesù, con canti, silenzi e preghiere, mossi da quell’invito a vegliare almeno un’ora sola con Lui. La gente ha risposto con generosità a questo invito… Sì, è bello ammetterlo: il popolo di Sora preferisce la Luce!