19 agosto 2004: La nube della frode elettorale nel Venezuela diventa più scura

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Notizie dal Venezuela"



Una serie di sviluppi interessanti sono comparsi con martedì.

L'elemento concreto, e forse persino divertente, sta nel fatto che molte schede elettorali sono colate a picco, e volando, si sono travate nelle strade di Anzoategui. Una certa protezione dall'esercito!!!! Ma quello accade sempre, in tutte le elezioni, e in tutto il mondo: alcune schede elettorali, purtroppo, concludono la loro esistenza in qualche strano luogo o, dentro ai cassonetti dei rifiuti. La domanda è questa: concretamente, quante schede state gettate via?

Ora, guardiamo il problema in modo reale. Avvertimento: se non gradite le statistiche sarà meglio che non proseguiate la lettura.

IN PRIMO LUOGO: Il voto è avvenuto come segue. Per esempio, un centro di voto ha potuto avere i relativi elettori divisi in tre gruppi uguali, per tre macchine di voto. Tre rulli degli elettori hanno regolarmente stampato. Tre risultati sono stati emessi in un centro ufficiale, e sono stati trasmessi, elettronicamente, a Caracas. Ora, questi centri, per semplificare, servono a OAS, al Centro e al Sumate, per abbinare e contare i voti, e così ottenere rapidamente i risultati. Tuttavia…

IN SECONDO LUOGO: Abbiamo detto che ci sono tre gruppi: A, B, C. Cercherò di stilare una piccola tabella, in modo d'aiutare il lettore. Prendiamo l'insieme ipotetico dei risultati, ma questo insieme, rappresenta la tendenza statistica, già osservata in parecchi stati del Venezuela.

Gruppi Totale elettori Voti SI Voti NO
A 307 104 118
B 321 «forte» 104 127
C 299 104 98
Si gradisce e piace tutto ciò che è statistico o scientifico: e allora, proprio là, si rivelerà che c'è qualcosa di marcio. Cioè le probabilità, affinché un tal risultato accada, sono incredibilmente basse, come al livello di una vincita alla lotteria. Le percentuali hanno potuto essere tutte identiche, ma non i numeri reali, ovviamente.



Ma naturalmente, questo può accadere, per pura fortuna, in un solo centro elettorale. Purtroppo, si è verificato in molti centri, in diverse situazioni, e con più di 30.000 centri elettorali, le probabilità di un tale modello sono semplicemente impossibili, sono contro il ragionevole buon senso.
Ho scritto vari rapporti alla TV, segnalando che in più casi si è seguito questi strani e sconosciuti modelli.Esiste una dura spiegazione che in realtà bisognerà affrontare.

ANCHE SE il governo truffasse, per accertare una vittoria elettorale, questo non significa che non ha ottenuto il risultato positivo. Diciamo che il meccanismo avrebbe migliorato appena il suo margine di vittoria. Ma potrebbe anche invertire un risultato che era a favore dell'opposizione. Cioè, è essenziale che le schede elettorali siano contate. E nondimeno, prima che siano contate, dovrebbe essere chiaro che l'integrità delle scatole, contenenti le schede elettorali, sia certificata.

Lasciatemi aggiungere uno sfogo personale: quando ho votato NESSUNO, si è controllato che la mia scheda elettorale si sia depositata nella scatola? L'unica cosa che hanno controllato è se ho spinto il mio tasto di SI. So di una persona che realmente ha camminato dal posto di voto, con la sua scheda elettorale a disposizione, dimenticandosi di depositarla nell'urna. Ugualmente, nella confusione del mio centro di votazione, chiunque avrebbe potuto immettere delle "extra" schede elettorali nella scatola.

Il mio parere? Ci sono abbastanza prove affinché si metta seriamente in discussione il voto di Domenica 15 Agosto 2004. Qualcuno ha commesso frode: sia pure tramite il meccanismo! Sempre di frode si tratta, come ho scritto apertamente!

Il sistema di voto era maturo per tutta una serie di azioni fraudolente e mi stupisce che la Coordinadora sia caduta nella trappola ordita da Chavez. Nella loro rapidità per avere il referendum prima della scadenza del 19 di agosto, hanno scavato nel ricatto del CNE. La direzione della Coordinadora dovrà rappresentarci, ed è opportuno che le guide principali non rimangano silenziose, affidando tutto il lavoro a Primero Justicia, ma si uniscano ai vari governatori, ad alcuni regolatori della condizione di Sumate, e non alla solo ONU.

Comunque, in tutta coscienza e imparzialità, non una sola guida significativa ha accettato il risultato.

Per concludere, Julio Borges ha annunciato, questa mattina alla TV, che Carter ed OAS, sono stati avvertiti lunedì di non essere veloci nel ratificare i risultati.

Aufnehmen,abschicken,seindel nah
così Video-Posta del sito WEB.DE del einfach:
http://freemail.web.de/?mc=021200


Tradotto: Carmelina Zorloni