18 Agosto 2004: Exit Poll - Esiti che riportano la maggior disfatta di Chavez

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Notizie dal Venezuela"



New York, 15 Agosto 2004, 7:30 pm

Con l'insieme dei voti di tutto il Venezuela, all'estremità a 8:00 pm EST, secondo i funzionari di elezione, lo scrutinio finale dell'uscita, derivato da Penn, Schoen & Berland si associa, ora, una nuova ditta di New York, basata a un modo indipendente di votazione, che mostra una vittoria importante per il "SI", movimento sconfiggente Chavez nel referendum presidenziale venezuelano di richiamo.
Con più di 8 milioni, i venezuelani che lanciano finora le loro schede elettorali, i risultati di uno scrutinio nazionale dell'uscita, indicherebbero che Chavez verrà estromesso tramite il referendum.
Lo scrutinio dell'uscita dei soci di Penn, di Schoen & di Berland mostra 59% per riconfermare Chavez, (il "Si" o "Yes", voto anti-Chavez) e 41% contro ricordare Chavez, (il "No", voto pro-Chavez).
I risultati dello scrutinio, citati in questo rilascio, sono basati su uno scrutinio dell'uscita, appena conclusosi nel Venezuela. Ciò, è uno scrutinio nazionale dell'uscita, condotto in 267 centri di voto, durante le votazioni nel Paese.
I centri sono stati opportunamente selezionati, per avere un'ampia rappresentanza dell'elettorato nazionale, secondo termini regionali e demografici.
In questi centri, sono stati intervistati 20.382 elettori. Gli stessi sono stati selezionati a caso, ma secondo una rigorosa ripartizione demografica dell'età e stato sociale, per accertare una miscela rappresentativa, riflettente la realtà dell'elettorato nazionale.
Questi elettori, che sono stati selezionati a caso, per partecipare a questo scrutinio dell'uscita, si sono sottoposti per indicare soltanto il loro voto: ("Si" - per "Yes" - o "No"), su una piccola scheda elettorale, che hanno poi, personalmente, depositato in una grande busta, per garantire la segretezza e l'anonimato.
I dati sono stati trasmessi, dai funzionari addetti, ad una centrale operativa di Caracas, nel Venezuela, per l'elaborazione e la verifica.
Il margine d'errore, per i risultati finali di scrutinio all'uscita dei seggi elettorali, citati in questo senso, è sotto il +/- 1%.
Circa Penn, Schoen & Berland Associates.
I soci di Penn, di Schoen & di Berland rappresentano una nota impresa addetta alle votazioni, internazionalmente conosciuta, con più di tre decadi di esperienza in indagini di condotta degli elettori, in oltre 70 Paesi del mondo.
La lunga esperienza di questa società in America Latina, include le votazioni nel Messico, nella Repubblica Domenicana, in Costa Rica, in Colombia, in Argentina, nel Cile e nel Venezuela.
Nelle elezioni presidenziali più recenti, nel Messico e nella Repubblica Domenicana, l'uscita di Penn, di Schoen & di Berland, il margine di errore, dei risultati da loro forniti, è coinciso con l'effettivo voto finale.
Detta compagnia è ben nota, anche per i relativi lavori, inerenti le varie procedure elettorali: come i test e sondaggi presidenziali, gli stratagemma principali riguardanti il presidente Clinton. Così come per parecchie guide del mondo e figure politiche prominenti negli Stati Uniti.
Lo scrutinio nazionale conclusivo, appena tenutosi in Venezuela, è stato condotto da Penn, Schoen & Berland, i quali sono stati contattati e pagati da un gruppo di uomini d'affari venezuelani, che hanno chiesto una valutazione obiettiva dei risultati di elezione a una ditta internazionale.

Contact: Gary Baronofsky

Tradotto: Carmelina Zorloni