18 agosto 2004: Cardinale José Castillo Lara denuncia "gigantesca frode" durante il Referendum Revocatorio

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Notizie dal Venezuela"



CITTÀ DEL VATICANO

Il Cardinale venezuelano, José Castillo Lara, Presidente emerito della Pontificia Commissione dello Stato della Città del Vaticano, ha denunciato, lunedì scorso, "una gigantesca frode", durante il Referendum Revocatorio, svoltosi domenica in Venezuela, in cui ha vinto il Presidente Hugo Chávez.

In un'intervista, diffusa dalla Radio Vaticana, il Cardinale venezuelano, di 82 anni, sostiene che durante il referendum, che ha ratificato Chávez al potere con il 58,25% dei voti, ci sono state "compera di voti" e irregolarità.

«Ieri, durante il referendum hanno commesso una gigantesca frode; soprattutto perché non si era vista un'affluenza così grande alle urne. Nei centri elettorali, modificando le disposizioni, hanno messo gente del partito di Governo» ha assicurato il porporato.

«Le inchieste all'uscita dalle urne, davano un 65% a favore della revoca, e solamente tra il 35÷40% per il presidente. Un favore comprato con denaro. Alla gente povera veniva dato l'equivalente di 50 a 60 dollari, se votavano per il NO alla revoca, e a favore di mantenere il presidente», ha aggiunto il Cardinale Casillo Lara. (AFP)

Tradotto: Leonella Olivieri