18 agosto 2004: Auditing richiesto dal Centro Carter e OSA

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Notizie dal Venezuela"



Cari amici,

Un barlume di speranza si accende, nuovamente, all'orizzonte.
Dopo le ripetute denunce, arrivate al Centro Carter e alla OSA, su una "gigantesca frode", perpetrata attraverso le macchinette Smartmatic e, soprattutto, dopo che il Governatore dello Stato Bolivar, ha fatto vedere in TV, a tutto il Paese, delle strane coincidenze apparse sugli atti di votazione, finalmente il Presidente Carter, e il Presidente Gaviria, hanno annunciato, in conferenza stampa, che da stamani - speriamo però che non sia troppo tardi -, sceglieranno, a caso, 150 casse, contenenti i cosiddetti "foglietti", (quelli che venivano stampati con il nostro voto, completamente chiaro e leggibile, e che successivamente abbiamo introdotto nell'urna elettorale), per fare un conteggio manuale degli stessi e accertarsi, che detto conteggio, coincida con quello che appare effettivamente sugli atti.
Comunque, sia Carter che Gaviria, hanno risposto alla domanda, posta loro da una nota giornalista venezuelana, che non potevano e non possono garantire l'integrità delle casse (?), in quanto queste sono in mano al CUFAN, Comando Unificado Fuerzas Armadas Nacionales, che si suppone le abbia sotto protezione (?).
Il conteggio manuale si svolgerà in presenza dei due osservatori internazionali - che si spera OSSERVINO con occhio imparziale e acuto, e sotto un forte senso di sana coscienza - nonché in presenza, oltre che degli ormai famosi membri del CNE, anche di membri dell'opposizione e della Coordinadora Democrática.
Entro 24 ore circa si dovrebbe conoscere il risultato.

Leonella Olivieri