17 agosto 2004: E' fatta! Il Venezuela ha votato con apposite macchinette Smartmatic, truccate!

Fonte:
CulturaCattolica.it
Vai a "Notizie dal Venezuela"



Caracas, 17 Agosto 2004

Cari amici,

Eccomi di nuovo qui, a sfogare questa rabbia, impotenza, dolore, delusione. Di tutto. Mi sento malissimo...
Che posso dire? Ho gli occhi che sembrano due uova fritte per quanto ho pianto!
È stato un colpo troppo basso. Ormai ho capito che, purtroppo, siamo stati ingannati, e ingannati, e straingannati, anche da questa Coordinadora Democrática, dove, secondo me, anzi ne sono certissima, ci sono quelli - vai però a sapere chi - che fanno il doppio gioco. Non è possibile che fossero totalmente ignari del fatto che la frode si sarebbe verificata attraverso quelle apposite macchinette!
Il Referendum Revocatorio era la nostra ultima speranza, ma ormai è svanita anche quella. Sia il Centro Carter, che Gaviria, hanno dichiarato, in una conferenza stampa, che, da parte loro, non hanno riscontrato elementi validi per sostenere che ci sia stata una frode. Certo, perché la frode si è attuata attraverso quelle famose Smartmatic, vendute dalla Olivetti, direttamente al governo. Non è neppure da sottovalutare il fatto che la commissione, per le stesse, si aggira intorno ai 25 milioni di dollari. Infatti, mentre ero in Italia, ho letto su un giornale, che la cifra della vendita dichiarata dalla Olivetti, ammontava a circa 32 milioni di dollari, mentre, da tempo, si sapeva che qui, invece, il costo per l'acquisto era lievitato a ben 55 milioni!
Ecco il misfatto! A quanto pare, infatti, ogni volta che, in un qualsiasi seggio elettorale, si premeva sul SI, la segnalazione arrivava, automaticamente, a un centro di data base, dove, il voto veniva manipolato da esperti in informatica, contrattati per tempo dal governo. Ora stanno chiedendo il conteggio dei famosi foglietti, (una specie di ricevuta, come quella del bancomat), ma il CNE si era già da tempo espresso per il no all'auditing manuale, e poi, le scatole sono tutte a Fuerte Tiuna, dove, nel frattempo, possono scambiarle o manometterle. Comunque, questi politici di m...., essendo in definitiva tutti uguali, - e perciò io li chiamerei polipocriti -, fanno sempre il gioco che a loro conviene di più. E con il petrolio alle stelle, e gli USA che hanno bisogno più che mai del petrolio venezuelano, e l'Europa che piange, ogni volta che deve fare il pieno di benzina, è fatta!!!
Il mondo fa schifo! I politici fanno ancora più schifo! Tutti quanti!
Che aria tira adesso? Uscire è pericoloso. I motociclisti chavisti stanno perlustrando tutte le strade principali di Caracas e sparano a tutto spiano. Qui, a Piazza Altamira, sono state ferite 4 persone, e una signora è pure morta.
È un incubo vivere con questi delinquenti che, ormai, spadroneggiano, e sentendosi maggiormente forti, sono più prepotenti di prima!
Lo ripeto, è un incubo, un incubo... Mi sa tanto che dovremo prendere la decisione di andarcene veramente. Non sarà domani, ma prima o poi... Ma dove andare, e a fare che? Non è per nulla facile... Poi, non venite a lamentarvi di Berlusconi, o che vi stanno per licenziare, che il traffico non vi fa vivere, che dovete pagare tasse anche per respirare, eccetera, eccetera. Non sapete proprio cos'è vivere sotto questo regime e non vi rendete neppure conto di quello che invece avete.
Ciao.

Leonella Olivieri