Incontro

Vai a "Domande e Risposte"

Domanda



Gent.mo Nicola,
Ti ringrazio ancora una volta per il prezioso servizio che svolgi per noi Idr.
Accolgo con favore (e con un certo stupore) la notizia che il 5 luglio scorso i sindacati Cisl, Snals Confsal e Gilda Unams hanno richiesto un incontro urgente con la ministra Valeria Fedeli, per discutere circa la possibilità dell'indizione di un "nuovo concorso che valorizzi i titoli culturali e il servizio prestato nell'IRC" e per "affrontare il delicato problema degli incaricati annuali di religione che hanno 36 mesi di servizio".
Evidentemente qualcosa si deve essere "sbloccato", sia a livello del Servizio nazionale IRC che a livello sindacale, dal momento che il primo e unico nostro concorso risale al... 2004 e come copertura dei posti IRC a ruolo in Italia siamo ben sotto il 50%!!!
Ora il problema che si pone (anzi, che si porrebbe) sono le eventuali modalità di svolgimento del nuovo (eventuale) Concorso:
- verrà prima "sanata" la situazione dei docenti che insegnano IRC da più di 10 anni o dovranno TUTTI indistintamente partecipare al nuovo concorso?
- saranno valorizzati TUTTI gli anni di servizio o soltanto in parte?
- Quanti saranno i posti a ruolo?
- Le prove saranno ampie, selettive (e severe) come quelle degli altri concorsi per insegnanti delle altre discipline?
- Si verrà valutati nelle discipline bibliche e teologiche, oltre che sulla Legislazione scolastica?
- Le prove includeranno anche la Lingua straniera?
- Gli insegnanti che non supereranno il Concorso (e che insegnano da anni e anni) si accontenteranno di essere "scavalcati" dai vincitori e dopo tanti anni di servizio di ricoprire incarichi annuali e spezzoni all'interno di quel 30% lasciato "vacante" per legge?
Queste purtroppo sono delle problematiche da tenere in seria considerazione e che sorgono inevitabilmente nel momento in cui si fanno i Concorsi ogni... 13-14 anni (!!??) e non ogni 3 anni come prevede la Legge!!
Rimane il fatto che, a mio avviso, quella del Concorso pubblico sarebbe una delle strade che contribuirebbe a dare una maggiore e seria credibilità alla disciplina IRC e ai suoi insegnanti sia davanti all'opinione pubblica che nella considerazione dei nostri colleghi delle altre discipline: finalmente anche gli insegnanti di Religione vengono assunti tramite un regolare Concorso pubblico (non "riservato")!!
Spero vivamente l'incontro con la Ministra Fedeli poi dia i suoi frutti concreti e non si risolva tutto in una bolla di sapone e nel solito "scambio di parole"!! Ormai noi Idr siamo (ahimè)... "cristianamente" rassegnati (sich!).
Credo che quei 11.000 docenti precari di Religione cattolica e le loro famiglie abbiano bisogno di qualcosa di più concreto che non di sentirsi ripetere le solite, vuote promesse.
Un caro saluto e grazie per aver raccolto le mie considerazioni personali.

Risposta



Noi siamo del parere che gli IdR in virtù del dell’idoneità sono docenti abilitati.
Questo significa che il concorso per questi docenti sarà come per tutti i docenti abilitati.
Quanto poi a tutto il resto aspettiamo il bando.