P. P. Pasolini: clicca e vai alla sezione
IRC >> Domande e Risposte

Funzione strumentale

Autore: Incampo, Nicola
Fonte: CulturaCattolica.it  E-mail: nicola.incampo@culturacattolica.it
martedì 8 settembre 2009

Domanda

Gent.mo Incampo,
sono un insegnante di religione del "30%", con incarico annuale di 18 ore da quattro anni. Insegno in tre istituti diversi e il dirigente scolastico di una scuola dove mi hanno assegnato otto ore mi ha chiesto di essere funzione strumentale. Posso farlo? C'è qualche riferimento normativo a sostegno? La ringrazio molto per il suo prezioso lavoro e la saluto cordialmente.

Risposta

Sicuramente!
Il collegio dei docenti identifica nell’ambito del POF le funzioni strumentali ed i requisiti professionali necessari per l’accesso a ciascuno delle funzioni medesime. I docenti interessati presenteranno la propria candidatura alle funzioni strumentali, il Collegio dei docenti, sulla base dei parametri fissati, assegna le funzioni obiettivo agli aspiranti che ne abbiano fatto domanda.
La CM n. 214 dell’8.9.1999 tra l’altro dice: “…Il Capo d’Istituto invita gli insegnanti che ne abbiano interesse e posseggano la competenza e i requisiti professionali indicati dal collegio stesso per l’accesso ad ognuna delle funzioni a presentare domanda di assegnazione dell’incarico e a dichiarare la propria disponibilità a frequentare specifiche iniziative di formazione in servizio”.
Questo significa che nulla vieta agli insegnanti di religione di far domanda ed eventualmente di assumere tale incarico.
Per completezza ti ricordo che l’articolo 30 del CCNL 2003 pone come divieto alla Funzione Strumentale solo la possibilità di ottenere l’esonero totale.
Inoltre l’incarico di Funzione Strumentale è incompatibile con l’esercizio della libera professione così come previsto dall’articolo 28 del CCNL 1999 e dall’articolo 37 del CCNI 1999 confermato dal CCNL 2007.


Pagina:  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10


© Copyright 1995-2010 | CulturaCattolica.it | Credits